L’incendiaria: Ryan Kiera Armstrong sarà la protagonista del reboot

La giovane attrice si aggiunge al cast del nuovo adattamento dell'omonimo romanzo di Stephen King

Deadline riporta che Firestarter, nuovo adattamento dell’omonimo romanzo di Stephen King, noto in Italia come L’incendiaria, avrà come protagonista la giovanissima Ryan Kiera Armstrong. Vista in film come It – Capitolo Due (2019), Chiamatemi Anna (2017-2019), Attraverso i miei occhi (2019), l’attrice interpreterà Charlie, una bambina dotata di poteri pirocinetici. L’opera era già stata adattata nel 1984, con il titolo italiano “Fenomeni paranormali incontrollabili”. Il film vedeva alla regia Mark L. Lester, mentre il cast era composto da David Keith, Heather LocklearGeorge C. Scott. e una giovanissima Drew Barrymore. A dirigere L’incendiaria troviamo Keith Thomas (The Vigil), con una sceneggiatura scritta da Scott Teems, che ha lavorato sul piccolo schermo a Rectify e Narcos: Messico. Ha inoltre scritto i film That Evening Sun, The Quarry e Halloween Kills.

l'incendiaria

Firestarter, Blumhouse Productions
Angry Adam Productions
BoulderLight Pictures
Universal Pictures
Weed Road Pictures

L’incendiaria: Ryan Kiera Armstrong nel cast del film

Al momento il cast è composto anche da Zac Efron, nei panni di Andy, padre della protagonista, e Michael Greyeyes che interpreterà John Rainbird, assassino inviato dalla Bottega per catturare Andy e Charlie. In una recente intervista rilasciata a Comicbook.com il regista ha spiegato di come intende rispettare sia il libro che il precedente adattamento di L’Incendiaria.

È qualcosa a cui ho pensato molto, e sono stato molto fortunato, poiché la sceneggiatura di Scott Teems è semplicemente molto, molto buona e molto ricca. Il materiale in sé non è diverso, giusto? Voglio dire, è lo stesso libro da cui prende spunto il film precedente. Ma l’aspetto del libro a cui vogliamo rifarci è diverso. il libro è super ricco, ci sono molte cose che sono nel libro che non sono nel film originale. Ci sono cose che stiamo usando, di cui ci occuperemo. […] Ci stiamo appoggiando ad aspetti più emotivi: alla genitorialità e a come si presenta, a come si fa a crescere un bambino, specialmente un bambino con abilità come queste. Quello era il posto dove andava la sceneggiatura e penso che sia qualcosa di leggermente diverso dal film originale.

Articoli correlati