News

Marvel studios: in arrivo anche Ms. Marvel-Kamala Kahn?

Il presidente dei Marvel studios ha anticipato che potrebbe essere prodotto un film sull'eroina Kamala Kahn

Kevin Feige produttore cinematografico e presidente dei Marvel Studios recentemente intervistato dalla BBC, ha dichiarato che potrebbe avere dei piani su Kamala Khan, alias Ms. Marvel. Eroina apparsa per la prima volta nel 2014, nella serie a fumetti degli Avengers.

Marvel studios: in arrivo anche Ms. Marvel?

Nell’intervista Feige fa riferimento a come il prossimo film degli Studios, Capitan Marvel (in arrivo nel 2019), interpretata dal premio Oscar Brie Larson (Room, Kong:skull island), possa impiantare il seme per il progetto di Ms. Marvel. I due progetti sembrerebbero quindi essere collegati, infatti gli alter ego di Ms. Marvel sono cambiati negli anni. L’ultimo in ordine cronologico è quello di Kamala Kahn, apparsa nel 2014. Prima di lei, però la prima a vestire i panni di Ms. Marvel fu proprio Carol Danvers, la nostra Capitan Marvel, ecco quindi che le trame potrebbero incontrarsi e Capitan Marvel potrebbe fare da mentore alla nostra Kamala Kahn.Marvel-Studios-in-arrivo-anche-Ms.Marvel

La Marvel non si ferma più e punta tutto sulla diversità e le donne. Il primo esempio da prendere in considerazione è Black Panther, primo cinecomic con un protagonista afroamericano, che è stato un successo in termini di incassi al Box office. Puntando e vincendo sulla diversità la Marvel ci riprova scommettendo sulle donne, ci sarà infatti un film interamente dedicato alla Vedova nera (Scarlett Johansson) e il sopra citato Capitan Marvel( in arrivo nel 2019). Se dovessimo avere un film anche su Ms. Marvel-Kamala Kahn, sarebbe il connubio perfetto per unire diversità e donne, l’eroina in questione infatti è di origini musulmane.

In un periodo storico come questo, sulla scia del famoso, ormai in tutto il mondo, MeToo avere film incentrati sulle donne per giunta eroine è finalmente qualcosa di cui tutti e il cinema in generale ha bisogno, anche per cambiare gli stereotipi di genere. In cui le donne debbano per forza essere donzelle in difficoltà. Questo ribalterebbe i ruoli e darebbe alle attrici un genere nuovo nel quale esprimersi.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Rilevato

Per favore supportaci disabilitando il tuo Ad Blocker