Paddington 2, Hugh Grant: “I miei figli lo hanno odiato”

L'attore ha poi aggiunto che in seguito, dopo un paio di visioni, i figli lo hanno apprezzato di più

In una recente intervista rilasciata al Los Angeles Times, Hugh Grant è tornato a parlare dell’amatissimo Paddington 2. Nel film con protagonista un tenero orsetto, Grant veste i panni di un eccentrico attore amante dei travestimenti. La critica è rimasta molto colpita dalla sua interpretazione e così anche la maggior parte del pubblico; a non apprezzarlo invece sono stati i cinque figli dell’attore, che anzi si domandavano perché il padre fosse così presente nel film.

Le parole di Hugh Grant:

Avevo organizzato una proiezione speciale di Paddington 2 dove ho portato molti dei miei figli e loro lo hanno semplicemente odiato. Uno di loro si è rivolto a me dopo la visione e mi ha chiesto ‘perché sei così tanto presente in questo film?’, il che è stato molto doloroso. Devo però ammettere che in seguito, dopo un paio di visioni, hanno imparato ad apprezzarlo di più.

Paddington 2: i figli di Hugh Grant hanno odiato la pellicola

Paddington 2 è il sequel del film uscito nel 2014, entrambi diretti da Paul King. Sul sito Rotten Tomatoes la pellicola ha ottenuto il 100% delle recensioni professionali positive con un voto medio di 8,7 su 10 basato su 242 critiche, stabilendo il nuovo record del “film con il più alto numero di recensioni completamente positive”. Nel luglio 2019 il sito Indiewire.com, specializzato in cinema e critica cinematografica, posiziona il film al ventottesimo posto dei migliori cento film del decennio 2010-2019. Nel settembre 2019 il Guardian ha posizionato il film al sessantanovesimo posto dei cento migliori film prodotti dopo il 2000. Nel giugno 2016 è stato annunciato il terzo film della saga, che tuttavia non sarà diretto da King.

Alcune dichiarazioni del produttore di Paddington, David Hayman:

Non credo che Paul King riuscirà a dirigere il terzo film. Ha fatto i primi due ed è impegnato con altri progetti, di cui uno è ancora in collaborazione con me… ed è molto speciale, Paul. Però sì, stiamo sviluppando un Paddington 3. Non abbiamo ancora una sceneggiatura ma un trattamento su cui stiamo ancora lavorando. Paul sarà comunque coinvolto, perché ritengo che la sua voce sia molto significativa nell’economia del franchise, ma non lo dirigerà. Ha lavorato sull’idea insieme a Simon Farnaby e Mark Burton. È un ottimo collaboratore, Paul. Molto positivo, di gran supporto.

Articoli correlati