News

The Green Knight: il dark fantasy censurato per “Nudità esplicita”

Il film diretto da David Lowery è stato censurato dall'MPAA per "violenza, sesso e nudità esplicita"

Il film The Green Knight, prodotto dalla A24 e diretto da David Lowery, è stato censurato dall’MPAA che gli ha assegnato il Rating R per nudità esplicita. MPAA ha motivato il Rating R con la presenza nel film di violenza, sesso e nudità esplicita”. Diretto dal regista di Storia di un Fantasma, vanta un grande cast che vede Dev Patel nei panni del nipote di Re Artù (interpretato da Sean Harris), Alicia Vikander nel ruolo di Lady Esel Joel Edgerton.

Tra gli altri membri del cast troviamo Barry Keoghan, Erin Kellyman, Kate Dickie, Sarita Choudhury Ralph Ineson nella parte del Cavaliere Verde. Il film, prima della pandemia, sarebbe dovuto uscire nelle sale americane il prossimo 29 maggio. A occuparsi degli effetti speciali la Weta Digital, prestigioso studio nel campo degli effetti visivi. A24 e David Lowery tornano a lavorare insieme dopo Storia di un Fantasma, film del 2017 del regista che convinse pubblico e botteghino.

The Green Knight: il dark fantasy censurato per “violenza, sesso e nudità esplicita”

Di seguito la sinossi di The Green Knight:

Un’avventura fantasy ed epica basata sulla leggenda arturiana senza tempo, The Green Knight racconta la storia di Sir Gawain (Dev Patel), il nipote spericolato e testardo di Re Artù, che s’imbarca in una missione per affrontare l’eponimo Cavaliere Verde, un gigantesco straniero dalla pelle verde. Gawain affronta fantasmi, giganti, ladri e truffatori in ciò che diventa un viaggio più profondo per definire il suo carattere e per dimostrare il suo valore agli occhi della propria famiglia e del regno.

The Green Knight doveva originariamente essere presentato in anteprima al SXSW (che è stato uno dei primi grandi eventi cancellati a causa della pandemia) e sarebbe dovuto uscire al cinema a maggio.I piani, chiaramente, sono saltati. Per adesso non c’è ancora una data d’uscita ufficiale del film.

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button