Curiosità

5 Curiosità su Saw – L’enigmista

Eccovi alcune curiosità su uno degli horror più famosi degli ultimi venti anni: Saw - L'enigmista

Andiamo a sviscerare alcune curiosità su Saw – L’enigmista di James Wan. Il film horror del 2004, prodotto da Twisted Pictures e Evolution Entertainment, è il primo di una delle saghe horror più conosciute e longeve. A questa pellicola seguirono Saw II – La soluzione dell’enigma e Saw III – L’enigma senza fineSaw IV, seguito da Saw V e da Saw VI. Il settimo capitolo della saga, Saw 3D – Il capitolo finale, è uscito nel 2010. Nel 2017, invece, è uscito l’ottavo film del franchising, Saw: Legacy.

In Italia, al Box Office, Saw – L’enigmista ha incassato 5 milioni di euro.

Curiosità su Saw – L’enigmista

Due uomini si svegliano in un bagno sotterraneo, entrambi incatenati al muro. Sono a conoscenza di un unico fatto: uno dovrà uccidere l’altro entro otto ore, altrimenti andranno incontro alla morte entrambi. Attraverso la soluzione di alcuni enigmi dovranno trovare le soluzioni.

saw l'enigmista

1) Un caso clinico

Il personaggio di John Kramer, alias Jigsaw, la mente dietro la maggior parte delle torture della saga, è nato in un modo particolare: un trattamento medico di Whannell. Lo sceneggiatore aveva avuto delle forti emicranie e dopo alcuni esami, ha immaginato di ricevere brutte notizie. Egli ha dichiarato: “Ho cominciato ad immaginare questo personaggio a cui era stato dato un limite di tempo, a cui era stato detto che aveva un anno o due di vita, e che la sua condizione lo avrebbe ucciso lentamente”.

2) Un budget non entusiasmante

Saw – L’Enigmista è stato girato con pochi soldi, circa 1.200.000$. Non solo, tra le curiosità c’è il fatto che la pellicola è ambientata per lo più in un magazzino, perché le riprese all’aperto o in studi attrezzati sarebbero costate di più. Come sappiamo, in ogni scena c’è un personaggio, che potremmo definire importante, steso sul pavimento: in tutte le sequenze ad apparire è proprio l’attore in carne ed ossa, perché un manichino costava troppo. Inoltre, le interiora che si vedono non sono effetti speciali, ma sono vere interiora di maiale, molto più economiche di qualsiasi effetto speciale. Infine, il pupazzo sul triciclo è stato creato, artigianalmente, in toto dai registi, che non potevano permettersi di pagare qualcuno per costruirlo.

3) Il nome del pupazzo

Un’altra curiosità è che il nome del pupazzo sul triciclo, quindi di colui che rappresenta Jigsaw, è Billy. Nel film, però, non viene mai detto.

4) Tra reality show e cinema

Tra i tanti ruoli assegnati alle diverse attrici nel corso di tutta la saga, due interpreti hanno ottenuto la parte attraverso un reality show: Scream Queens. Tanedra Howard, che ha vinto il primo turno ed è apparsa in Saw VI Saw 3D, è riuscita ad ottenere una discreta popolarità e a lavorare in altri film e serie tv. Gabby West, invece, che ha preso parte al settimo capitolo della serie, non è riuscita ad ottenere lo stesso successo.

5) Le polemiche di Cary Elwes

L’attore Cary Elwes, dopo il grande successo al box office  – incassando 103 milioni di dollari in tutto il mondo – ha avuto qualcosa da ridire sul compenso che ha avuto, ritenendolo troppo basso. La curiosità è che, entrato in causa con la produzione, Elwes ha affermato di essere stato pagato 53.275 dollari, a fronte del suo stipendio iniziale di 2.587.20 dollari. Anche se successivamente è stato protagonista di Saw 3D, l’attore è stato invitato anche a riprendere il ruolo di Dr. Gordon nel quinto capitolo della saga. Al Daily Dead, egli ha dichiarato: “Quello che volevo veramente era tornare per l’ultimo film della serie. Non credo che ci sia niente da raccontare del Dottor Gordon e sono stato molto felice di come abbiano lasciato andare il personaggio”. Il suo destino, comunque, è rimasto indeterminato, visto che Saw 3D si è rivelato essere l’ennesimo capitolo della saga, ma non l’ultimo.

 

 

 

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Rilevato

Per favore supportaci disabilitando il tuo Ad Blocker