CuriositàFilmPost consigliaTop

La fantascienza nei film di Neill Blomkamp: un mezzo di crtica sociale

Breve analisi dell’utilizzo della fantascienza nei film di Neill Blomkamp come mezzo di critica sociale.

La sci-fi mania impazza con l’uscita al cinema di Blade Runner 2049. Cogliamo perciò l’occasione di parlare di uno dei registi di fantascienza più interessanti e discussi degli ultimi dieci anni, Neill Blomkamp. Sopratutto cogliamo l’occasione di parlare di come la fantascienza viene utilizzata nei film di Neill Blomkamp: un mezzo di critica sociale.

Non perdiamo molto tempo sulla biografia di Neill Blomkamp, è però necessario per l’analisi della sua opera sapere che nasce a Johannesburg in Sud Africa e che inizialmente si guadagna da vivere come “addetto” a gli effetti speciali e supervisore di animazioni. L’amore per l’effetto speciale, come diremo poi, trasuda dai film di Neill Bolmkamp.

Breve analisi dell'utilizzo della fantascienza nei film di Neil Blomkamp come mezzo di critica sociale Egli è in tutto e per tutto un regista di film di fantascienza. I suoi tre lungometraggi sono riconducibili tutti al genere, anche se in ogni film Neill Blomkamp cerca di variare l’espediente narrativo. Il genere fantascientifico però è per questo regista un semplice mezzo. Ed è per questo che è posto sotto la nostra attenzione in questo articolo: il sci-fi nei film di Neill Blomkamp è un mezzo di critica sociale. Il regista sudafricano fa nascere una nuova generazione di “fantascienza alta” in cui ciò che vediamo sullo schermo non è altro che una metafora del nostro mondo e del tempo presente. Alieni, Robot e astronavi non sono altro che un mezzo. Un mezzo per mandare un messaggio per esprimere un’idea. Il cinema di genere che si fa veicolo di messaggi e idee. Così i film di Neill Blomkamp e la sua critica sociale sono da tenere da conto perché potrebbero divenire vere e proprie pietre miliari del Cinema. Potrebbero divenire Capolavori come quelli di Ridley Scott, uno dei principali “ispiratori” dei film di Blomkamp. Addentriamoci ora nell’opera del regista sudafricano.

1 2 3 4Pagina successiva
Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Rilevato

Per favore supportaci disabilitando il tuo Ad Blocker