Guardiani della Galassia Vol. 3, James Gunn: “Alcuni personaggi sono morti”

James Gunn ha anticipato la terribile morte di uno dei personaggi di Guardiani della Galassia Vol. 3 (spoiler)

James Gunn ha rivelato la morte di uno dei personaggi principali di Guardiani della Galassia Vol. 3. Secondo quanto raccontato dal regista a Entertainment Tonight, Drax perirà per mano di Rocket. In occasione dell’uscita di The Suicide Squad, il regista ha paragonato la sua ultima opera targata DC con i film dei Guardiani per la concorrenza Marvel, evidenziando qualche differenza e stuzzicando i fan riguardo un’eventuale morte di qualche personaggio importante nel terzo capitolo del franchise.

Guardiani della Galassia ha un elemento da film per famiglie, quindi sto raccontando quella storia a molte persone diverse. Quando Rocket dice a Drax, ‘Ti sparo in faccia e ti uccido’, il pubblico non pensa che in due secondi tirerà fuori la sua pistola e vedremo scomparire la faccia di Drax. In questo film, The Suicide Squad, quando dicono che si spareranno l’un l’altro in faccia, non solo lo dicono ma lo fanno davvero. Sappiamo che può succedere in qualsiasi momento. Mentre in Guardiani, sì, ovviamente ho ucciso Yondu, ho ucciso il Groot originale, ma non è la stessa cosa. Alcuni personaggi sono morti ma, alla fine, sappiamo che la maggior parte di loro uscirà viva. Questo almeno valeva per i primi due film.

Guardiani della Galassia Vol. 3, James Gunn: “Alcuni personaggi sono morti”

La produzione del terzo episodio del franchise dei Guardiani della Galassia avrà inizio a fine anno e il film sarà distribuito a partire dal 5 maggio 2023. Intervistato da Entertainment Tonight, Gunn ha proseguito:

Sarà il mio ultimo film dei Guardiani. Collaborazioni future con la Marvel? Non lo so. Mai dire mai. Troppe persone hanno detto mai più e, poi, si sono tirate indietro. Quindi io non lo dirò. So che questo sarà l’ultimo film di Dave Bautista nel franchise dei Guardiani e io e lui siamo collegati, in un certo senso.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *