Netflix vuole i diritti del prossimo film di Christopher Nolan

Il capo della sezione cinema di Netflix, ha spiegato che farà tutto il possibile per riuscire a distribuire il prossimo film del regista attraverso lo streamer

A quanto pare, Netflix starebbe cercando di convincere Christopher Nolan ad affidare la distribuzione della sua prossima fatica cinematografica al colosso dello streaming. Il regista inglese è sempre stato un grande sostenitore dell’esperienza in sala, al punto da arrivare a schierarsi pubblicamente contro la Warner Bros. – lo studio con il quale collabora ormai da anni – in merito alla decisione di far uscire i titoli del 2021 in contemporanea sia al cinema che su HBO Max.

Da allora si sono susseguite tutta una serie di voci secondo cui Nolan sarebbe ormai pronto a rompere lo storico sodalizio con la major e ad affidare il suo nuovo film ad un altro studio. Qualche ora fa Variety ha pubblicato un corposo profilo dedicato a Scott Stuber, Head of Global Films dove gestisce lo sviluppo, la produzione e l’acquisizione dei cataloghi di film Netflix. Ed è proprio il dirigente a dichiarare, senza mezzi termini, che per un regista come Christopher Nolan le porte di Netflix sono sempre aperte.

Le dichiarazioni di Netflix sul prossimo film di Christopher Nolan

Stuber non sa nulla del nuovo film di Nolan, ma ha elogiato il lavoro del regista e ha specificato che farà tutto il possibile per rendere la pellicola un’esclusiva Netflix.

Se e quando Nolan uscirà con il suo nuovo film, ci faremo trovare pronti e faremo di tutto per trovare un accordo in caso. È un regista incredibile. Farò tutto quello che posso. Ho imparato che in questo business non devi dare importanza all’ego. Bisogna imparare ad incassare i colpi bassi e a rialzarsi.

Se Stuber sembra piuttosto fiducioso, Nolan è sempre stato critico sul mondo dello streaming. Il regista si è detto sempre orgoglioso del fatto che i suoi film vengono pensati e realizzati per uscire nei cinema, girando molte delle sequenze d’azione su telecamere IMAX. Quello che è sicuro è che lo strappo fra il filmmaker e la Warner, appare ormai irrecuperabile tanto che i giorni in cui Nolan stesso dichiarava, a proposito di Netflix, che non avrebbe mai lavorato con loro perché “La loro politica in materia di film è insensata”, paiono lontanissimi e, soprattutto, le sue parole sembrano diventare ben meno taglienti di quanto non fossero al tempo.

Articoli correlati