Recensioni

Miss Potter: la storia della donna che celebrò la fantasia

Beatrix Potter, una delle romanziere e illustratrici più famose della letteratura d'infanzia e il suo percorso verso il successo

 Miss Potter: recensione. Miss Potter è un film di Chris Noonan del 2006. Protagonisti Renée Zellweger (nominata come miglior attrice protagonista ai Golden Globe 2007) ed Ewan McGregor. Nel cast anche Lucy Boynton (oggi star di Bohemian Rapsody), nominata agli Young Artist Awards come miglior giovane attrice non protagonista. Il regista ha diretto anche la famosa commedia Babe, maialino coraggioso del 1996, candidato agli Oscar, e un documentario sulla disabilità, Stepping out; vincitore del Premio Unesco del 1980. Miss Potter tratta delle vicende personali della donna che grazie alla sua fantasia contribuì a popolare il magico mondo della letteratura per bambini. Siamo negli ultimi anni del 1800.

miss potter recensione

Londra, Ottocento. Beatrix Potter è una donna di trentadue anni appartenente ad una famiglia agiata; ribelle e decisa a rompere le convenzioni con le quali è cresciuta. Amante della semplicità, con un buon cuore e da sempre dotata di grande immaginazione decide di sottoporre le sue storie alle case editrici inglesi, per far conoscere al vasto pubblico le avventure dei suoi animali parlanti. Dopo una serie di rifiuti e porte in faccia, Beatrix fa la conoscenza di Norman Warne. Editore poco noto, però sposa subito gli intenti della donna e diventa desideroso di darle il successo che merita.

Miss Potter: recensione

miss potter recensione

Protagonista di questa pellicola è Renée Zellweger nel ruolo di Beatrix, conosciuta dal grande pubblico per i suoi ruoli da donna “pasticciona”, impacciata ed estremamente divertente (Il diario di Bridget Jones e i due seguiti, New in Town e Una single in carriera), ma in grado anche di incarnare una velata sensualità e una forte determinazione (Chicago e Ritorno a Cold Mountain). La sua Miss Potter è una nubile testarda e risoluta. È convinta che il matrimonio si debba fare solo in presenza del grande amore e non a fronte di cospicue somme di denaro. La sua passione per le storie la lega costantemente al mondo dell’infanzia e mostra quell’attitudine dolce e spensierata tipica dei bambini, che tuttavia rende gli adulti che la possiedono considerati come naïf.

Ewan McGregor impersona invece Norman Warne, il primo a credere nelle capacità narrative di Beatrix e negli eventuali profitti economici che delle storie di questo tipo avrebbero potuto riscuotere presso il grande pubblico. In cerca di un progetto in cui credere davvero, quando si imbatte nella donna capisce di avere tra le mani l’occasione per diventare un editore riconosciuto e per promuovere un contenuto che apprezza sul serio. Il suo interesse verso la Potter non si ferma però solo all’ambito lavorativo, ma supera anche i confini sentimentali.

McGregor ha raggiunto la fama con Trainspotting e non si è lasciato sfuggire nessun genere cinematografico: dal fantasy Big Fish – Le storie di una vita incredibile al musical Moulin Rouge!; dal drammatico Ritorno al Bosco dei 100 Acri alla commedia western Un milione di modi per morire nel West. Il suo editore Norman Warne è una persona mite e paziente, ma al tempo stesso dinamica e imprevedibile: un collega perfetto per la scrittrice che cerca di sfondare.

Miss Potter recensione: Il bambino che è in tutti noi

miss potter recensione

Apparentemente ingenua e con troppa immaginazione per questo mondo, Beatrix incarna in realtà il coraggio di continuare a seguire i propri sogni pur diventando adulti, senza abbandonare la capacità di stupirsi di fronte alle piccole cose o la fantasia di disegnare e dare voce ai personaggi che sono nati quasi per gioco, ma che poi resteranno sempre al suo fianco. In una quotidianità fatta di lavoro frenetico e votato al reddito, di matrimoni per convenienza e di una rigida educazione british fatta di buone maniere e arte di celare i propri sentimenti, la Potter rappresenta l’eccezione che tutti vorrebbero essere.

Libera da ogni convenzione e focalizzata sulla via della felicità, nel lavoro così come in amore. Spezzare la monotonia e permettersi di fantasticare non dovrebbero essere viste come azioni solo infantili o poco sensate. Sono invece dei momenti per prenderci cura di noi stessi, abbandonare momentaneamente i problemi e le responsabilità e apprezzare anche le piccole cose, come una passeggiata tra i boschi o la gioia di creare un’illustrazione divertente e peculiare.

Pensiamo spesso che essere definiti dei “bambini” sia un’offesa, ma Beatrix era convinta che l’abilità di ritornare con la mente al tempo infantile e di comunicare a questo tipo di target non fosse cosa da tutti. Era un privilegio per lei contribuire alla loro formazione ed era decisa ad inserire nei testi dei termini più complicati perché sapeva che la mente dei bambini andava stimolata e non appiattita. Una donna che credeva nel potere dell’immaginazione e che ne ha fatto un lavoro.

Miss Potter recensione: La celebrità di Peter Coniglio

miss potter recensione

Il personaggio più famoso creato dalla penna della Potter è Peter. Coniglietto sempre in cerca di avventure e piuttosto coraggioso, che ha tre fratelli: Flopsy, Mopsy e Cotton-tail. Il suo segno distintivo è la giacchetta blu con i bottoni di metallo che indossa sempre, e che lo rende anche più “umano”. La madre dei coniglietti raccomanda in continuazione di non avventurarsi al giardino del vicino, un uomo burbero e amante della carne selvatica, il signor McGregor. Se i fratelli seguono diligentemente le indicazioni del genitore, Peter decide di sfidare l’uomo e si intrufola nel suo campo di carote.

La storia di Peter Coniglio è il primo romanzo per bambini scritto dall’autrice; le ha aperto la strada ad una serie di favole popolate da animali parlanti ed elegantemente abbigliati. Non ebbe tuttavia una fortuna immediata, come si accennava prima: il libro fu rifiutato da sei case editrici prima di venire accettato dalla Frederick Warne & Company, nella quale lavorava Norman. Questo libro è importante per la novità introdotta nel formato per la letteratura infantile, più piccolo del solito, e per il prezzo modico. Le illustrazioni a colori della Potter conferivano vivacità e realismo ai suoi personaggi; ancora oggi rivivono nei suoi libri, nei cartoni animati e nei film d’animazione.

Miss Potter

Voto - 7

7

Lati positivi

  • Storia godibile per tutta la famiglia
  • Cast

Lati negativi

  • Storia romanzata e leggermente discostante dalla biografia

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button