Top

Top – I 10 film più belli di Tom Cruise

6) Eyes Wide Shut (1999)

Tom Cruise 10 Film Più Belli

Non può esistere un elenco dal titolo “I Film più belli” senza che tra di essi non ve ne sia uno di Stanley Kubrick, è quasi un comandamento. Il suo ultimo lavoro, parzialmente ispirato al romanzo “Doppio Sogno”, è una discesa agli inferi della trasgressione che vede protagonista una coppia newyorkese benestante.



Kubrick scelse una vera coppia, Tom Cruise & Nicole Kidman, per poi trascinarli oltre ogni limite per lunghi mesi (e riuscendo nell’impresa di farli separare, peraltro). Se la Kidman, proprio con questo film, iniziò a dimostrare di non essere solo una donna dalla bellezza incredibile ma anche una ottima attrice, Cruise ebbe di certo il ruolo più ingrato. Il suo personaggio, un medico vittima del timore per un tradimento mai concretizzato ma solo sognato dalla moglie, non brilla per incisività.

Kubrick fa camminare il buon Tom attraverso vicoli di New York (ricostruiti in studio) con aria perennemente imbronciata e rabbiosa. L’attore cerca, così, di lavorare “in sottrazione”, rinunciando alla sua recitazione più fisica e concentrandosi su pochi, piccoli gesti.

7) Magnolia (1999)

Tom Cruise 10 Film Più Belli

Rispettate il cazzo!” Ecco con quale battuta entra in scena Tom Cruise in “Magnolia”, in assoluto uno dei film più belli della sua carriera. Il regista trentenne Paul Thomas Anderson gli costruisce addosso un personaggio di predicatore televisivo becero e maschilista, autore del corso “Seduci e Distruggi”. Arrogante, vanesio, sicuro di sè e della convinta supremazia dell’uomo sulla donna, il suo Frank Mackey è un personaggio che si infila nel cervello dello spettatore fin dal primo minuto. Nel film, ambientato in una lunga notte nella San Fernando Valley, questo Vero Uomo rilascia un’intervista capace di risvegliare antichi malumori e affronta  la malattia mortale dell’odiato padre.

Nelle mani sicure di Anderson Cruise osa più di quanto avesse mai fatto fino ad allora e, forse, come non avrebbe mai più tentato. Declina il suo essere “piacione” in un’accezione talmente negativa da risultare quasi insopportabile. Il percorso del suo personaggio lo vede abbattere strato dopo strato l’armatura che si era costruito addosso nel corso di decenni, lasciandolo nudo e svuotato.

Meritata terza nomination agli Oscar e immeritata mancata vittoria, “Magnolia” fu ritenuto da molti anche l’unico film in cui Tom rappresenti una versione distorta (ma non troppo) del suo ruolo di portavoce/profeta nel culto di “Scientology“.

8) Minority Report (2002)

Tom Cruise 10 Film Più Belli

Prima collaborazione tra Tom Cruise e Steven Spielberg (la seconda, “La guerra dei Mondi”, non sarà altrettanto efficace). “Minority Report” parte da un racconto del saccheggiatissimo Phiip K. Dick per cavarne un action fantascientifico di ottima resa.

Spielberg sfrutta la fisicità del suo attore e rappresenta il suo agente Anderson, vittima dello stesso meccanismo di previsione del futuro per arrestare persone che ancora non hanno commesso crimini, come un uomo in fuga perenne. Colpevole di avere troppo creduto in un Sistema che ignora ogni falla di carattere morale, Anderson si ritroverà vittima del suo stesso Credo.

Tra i Film più belli non solo di Cruise ma anche dell’ultimo Spielberg, “Minority Report” forse scontenta i fan dello scrittore Dick, dato che sembra prediligere l’azione forsennata ai contenuti sull’identità, il tema meglio sviscerato dall’autore. Eppure non si può negare il ritmo indiavolato e l’efficace rappresentazione di un futuro molto realistico nel suo preferire la Sicurezza alla Morale.

9) Collateral (2004)

Tom Cruise 10 Film Più Belli

Forse uno dei Capolavori degli anni 2000, di certo tra le opere migliori del grande regista Michael Mann. “Collateral” usa un canovaccio convenzionale (tassista di Los Angeles diventa autista di un killer in missione per poi ribellarsi) per raccontarci una storia meravigliosa di Identità reali e fittizie. C’è chi, come il tassista interpretato da Jamie Foxx, mente a tutti e a se stesso per dare ad altri la colpa di una vita vuota e c’è chi, come il killer di Tom Cruise, mente a tutti perché è la sua Ragione di Vita. Per questo motivo i due si scopriranno molto più affini di quanto sospettassero e vedranno cambiare le loro vita nell’arco di una notte.

Mann non vuole il Cruise che tutti conosciamo e l’attore si presta volentieri alla trasformazione. Capelli grigi, occhi di ghiaccio, movenze rapide e letali: il suo killer è curato in ogni dettaglio fisico e caratteriale. Di fronte alle cineprese digitali adottate per il film, questo personaggio sa inquietare con un semplice sorriso e si riempie la bocca di frasi altisonanti che, spesso, si rivelano pura scena. La sua sicurezza vacilla nell’esatto istante in cui si rende conto che la sua provocazione costante verso l’innocuo tassista otterrà l’effetto di renderlo il suo unico vero nemico.

“Collateral” è la dimostrazione di come Tom Cruise sappia spogliarsi della sua aura da superstar per indossare panni volutamente più grigi e dimessi, se necessario. Inoltre, il grande merito di Mann è stato quello di costringere l’attore a evitare gesti e tic tipici della sua recitazione, spingendolo verso territori inesplorati. Il risultato ha sorpreso tutti.

10) Mission: Impossible III (2006)

Tom Cruise 10 Film Più Belli

Teoricamente, in questo paragrafo, dovremmo inserire tutti i film del franchise voluto da Tom Cruise nel doppio ruolo di attore e produttore. Fin dal primo capitolo diretto da Brian De Palma nel 1996 all’ultimo firmato Christopher McQuarrie è la sua star ad esserne il primo estimatore e spettatore. Progetto del cuore da parte di Cruise e tentativo di ovviare al sogno irrealizzabile di interpretare James Bond, “Mission Impossible” si è sempre avvalsa di registi diversi tra loro per stile e storia.

Abbiamo optato per il terzo capitolo della saga perché lo riteniamo il più completo su svariati fattori. Si tratta del primo film da regista di J.J. Abrams (scelto da Cruise dopo avere divorato la prima stagione di “Alias” in DVD) e il primo a mettere l’accento sulla componente umana. Il super-agente Ethan Hunt qui non è solo l’eroe senza macchia ma è, soprattutto, un uomo. Ha una compagna di cui è innamorato e questo è l’elemento che lo rende per la prima volta fallibile agli occhi del nemico (un istrionico Philip Seymour-Hoffman). Per la prima volta il protagonista affronta una missione che lo intacca sul piano personale e questo è sempre un fattore che veicola un’immedesimazione di indiscussa efficacia.

 

Questa è la nostra selezione di quelli che riteniamo i Film più belli di Tom Cruise. Ovviamente aspettiamo le vostre conferme, le vostre smentite e, soprattutto, i vostri suggerimenti!


Pagina precedente 1 2

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button