Top

5 saghe letterarie Fantasy diventate cult cinematografici

Letteratura e Cinema vanno di pari passo da tempi immemori. Se prima i linguaggi e le tecniche letterarie si traducevano in prodotti audiovisivi, oggi si può dire che il processo si sia invertito; sempre di più i grandi romanzi e le grandi saghe letterarie, sopratutto fantasy,  sono molto più “cinematografiche” rispetto al passato.

È sicuramente il caso dei grandi cult odierni, come “Twilight”; “Hunger Games” o “Divergent”. Ma se si pensa al passato, per esempio agli inizi del ‘900, risulta chiaro come questo processo, seppur trasformato e modernizzato, è sempre stato presente. Come non citare, per esempio, il capolavoro assoluto “Il Signore degli Anelli”?

In questa top proponiamo, quindi, cinque grandi saghe letterarie fantasy, del passato e del presente, che sono diventate altrettanto maestose nel mondo della Settima Arte.

5) The Maze Runner

saghe cinematografiche fantasy

Più vicina al mondo della distopia post-apocalittica che del fantasy più puro, questa saga ideata dallo scrittore statunitense James Dashner ha già visto due trasposizioni cinematografiche (2014 e 2015), mentre la terza è in arrivo nei primi mesi del 2018.

Si tratta di una trilogia molto interessante, già cinematografica nella narrazione degli eventi e dell’azione, i cui ambienti hanno aiutato sicuramente tantissimo sceneggiatori e scenografi. Trilogia, dunque, che si apre con “Il labirinto”, edito nel 2009; segue “La fuga”, dell’anno successivo e si chiude con “La rivelazione”, del 2011.

Siamo in un mondo senza luoghi e senza tempo, composto da due soli elementi: una radura e un enorme labirinto; unica via d’uscita per questa prigione in cui i malcapitati ragazzi si trovano a dover sopravvivere.

Il protagonista, Thomas, è interpretato dal talentuoso attore ventiseienne Dylan O’Brien (Teen Wolf; Deepwater; Gli stagisti), il quale ha anche subito un grave incidente sul set durante la realizzazione del terzo episodio della saga, rifiutandosi di ingaggiare una controfigura.

Gli altri membri del cast comprendono, tra i principali, Kaya Scodelario (Skins; Cime Tempestose; Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar), che interpreta Teresa e Thomas Brodie-Sangster (Game of Thrones; Love Actually; Tata Matilda), che interpreta Newt. In totale, i primi due film della trilogia hanno fruttato 3 MTV Movie Awards e 2 Teen Choice Awards.

4) Hunger Games

saghe cinematografiche fantasy

Qui il discorso è simile rispetto a quello proposto per “Maze Runner”. Il fantasy assume tutte le sfumature tipiche della saga distopica post-apocalittica, nonostante temi e personaggi siano completamente diversi.

È inutile parlare dell’enorme successo che la saga ha avuto dal punto di vista cinematografico, ma è bene ricordarlo.

Katniss Everdeen è la protagonista assoluta della trilogia, la quale si offre come tributo volontario al posto della sorella più piccola agli Hunger Games.

Essi sono una sorta di Reality Show in cui il vincitore sopravvive al tentativo di assassinio da parte degli altri concorrenti. Anche qui il mondo è diverso da quello reale, ma a differenza di “Maze Runner” il tempo e i luoghi sono ben definiti.

Siamo nel futuro e il mondo è diviso in distretti. La trilogia della scrittrice statunitense Suzanne Collins si compone di “Hunger Games”, del 2008; del secondo volume “La ragazza di fuoco”, del 2009 e del finale “Il canto della rivolta”, del 2010.

Parlando di Cinema, invece, mentre i primi due capitoli sono usciti nel 2012 e 2013, l’ultimo, seguendo una tecnica di Marketing che è partita da “Harry Potter e i Doni della Morte”, si divide in due lungometraggi, rispettivamente datati 2014 e 2015.

Katniss è interpretata dal premio Oscar Jennifer Lawrence, ma anche il resto del cast ha una certa rilevanza nell’ambiente di Hollywood: Josh Hutcherson interpreta Peeta, il co-protagonista; Liam Hemsworth è invece Gale; Elizabeth Banks impersona l’eccentrica Effie.

E poi sono presenti anche Julianne Moore, il compianto Philip Seymour Hoffman, Stanley Tucci, Sam Claflin, Natalie Dormer e Lanny Kravitz. La trilogia, nei singoli capitoli, è stata anche soggetta a diversi riconoscimenti importanti, come i Saturn Award, gli Empire Award, gli MTV Movie Awards e i Teen Choiche Awards.

Continua a leggere “5 saghe letterarie fantasy diventate cult cinematografici” nella pagina successiva!

1 2 3Pagina successiva
Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close