Il gladiatore: 5 curiosità sul colossal di Ridley Scott con Russell Crowe

Il gladiatore in onda oggi alle 21.20 su Canale 5

Andrà in onda oggi in prima serata su Canale 5 Il gladiatore, per la regia di Ridley Scott con Russell Crowe nei panni del generale Massimo Decimo Meridio. Film tra i più amati e apprezzati degli anni Duemila, riceve nel 2001 cinque premi Oscar tra cui Miglior film e attore protagonista a Russell Crowe. Accanto all’attore australiano, nel cast, anche Joaquin Phoenix, Connie Nielsen, Oliver Reed, Richard Harris e Derek Jacobi. Grande successo al botteghino, è diventato un vero e proprio cult, con citazioni entrate nell’immaginario comune; nel nostro Paese grazie anche allo straordinario lavoro di doppiaggio di Luca Ward su Russell Crowe.

A più di vent’anni di distanza dall’uscita, Il gladiatore è un film che continua a suscitare interesse grazie alla prova di Russell Crowe, quella di Joaquin Phoenix, per la colonna sonora, la regia e il valore produttivo in generale. Prima di rivedere o (eventualità più remota) vedere per la prima volta il film, riprendiamo nel nostro articolo qualche curiosità.

Dietro le quinte de Il gladiatore con Russell Crowe, in onda oggi su Canale 5

  • Una delle scene più famose de Il gladiatore è quella in cui Russell Crowe nei panni di Massimo affronta cinque tigri nell’arena. Forse non tutti sanno che gli splendidi animali che vediamo sono proprio tigri in carne ed ossa. Pronto a intervenire in caso di necessità, un veterinario munito di tranquillanti da somministrare alla prima avvisaglia di pericolo. Quanto a Russell Crowe, durante le riprese, si mantenne sempre alla distanza di sicurezza di 15 metri.
  • Nessun problema con le tigri, dunque, ma le ferite che si vedono sul volto di Crowe dopo la prima battaglia sono reali. L’attore fu disarcionato dal suo cavallo, che lo scaraventò in mezzo ad alcuni rami; il risultato furono diverse ferite sul volto e un brutto spavento.
  • A quanto pare Russell Crowe non era affatto soddisfatto della sceneggiatura de Il gladiatore; questo lo portò a lamentarsi molto durante le riprese. Crowe ha riscritto personalmente alcune delle battute mentre fra quelle che proprio non riusciva a sopportare ce n’è una delle più celebri. La battuta in questione è “Avrò la mia vendetta, in questa vita o nell’altra”.
  • Sul set Joaquin Phoenix era spesso molto nervoso prima di girare. Russell Crowe ricorda che il collega era solito chiedergli di essere aggressivo con lui, in modo da farlo entrare al meglio nella parte. Crowe si rivolse a Richard Harris per un consiglio, non proprio entusiasta all’idea di “maltrattare” il collega. Harris ebbe l’idea di far rilassare Phoenix ricorrendo a qualche pinta di Guinness.
  • Oggi sarebbe impossibile pensare a un altro attore come protagonista de Il gladiatore. All’epoca, però, la produzione aveva pensato a Mel Gibson, allora 43enne. Fu lo stesso Gibson a rifiutare la parte proprio a causa dell’età, a suo dire, già troppo avanzata.

Articoli correlati