Curiosità

Mystic River: dietro le quinte del film di Clint Eastwood

Il film di Clint Eastwood in onda oggi in prima serata su Iris

Mystic River è senza ombra di dubbio uno dei punti più alti della lunga carriera dietro la macchina da presa di Clint Eastwood. Nel 2003 il film debutta al 56° Festival di Cannes, dove non ottiene alcun riconoscimento. A tale proposito, l’allora direttore del Festival di Cannes Thierry Fremaux aveva dichiarato come l’unico ricordo negativo di quel Festival fosse proprio il fatto di dover chiamare Eastwood per comunicargli che il suo film non aveva vinto alcun premio. Mystic River ottiene poi sei candidature agli Oscar 2004, aggiudicandosi due statuette: miglior attore protagonista a Sean Penn e miglior attore non protagonista a Tim Robbins. Il film è tratto dal romanzo La morte non dimentica di Dennis Lehane. Vediamo nel nostro articolo alcune curiosità dietro le quinte e retroscena della realizzazione di Mystic River di Clint Eastwood.

Curiosità dietro le quinte di Mystic River di Clint Eastwood

  • La prima scelta di Clint Eastwood per il ruolo di Sean Devine in Mystic River era Michael Keaton. Dopo il casting, Keaton partecipò a diverse letture dello script insieme agli altri interpreti e iniziò la preparazione del ruolo. Fece ricerca al Massachusetts State Police Department e si trasferì a Boston per alcuni mesi. Poco prima dell’inizio delle riprese, però, Keaton ebbe una brutta lite con Clint Eastwood e lasciò la parte; una settimana dopo venne scritturato Kevin Bacon.
  • Per interpretare il ruolo di Annabeth Markum, Laura Linney diventò una vera e propria pendolare. Inizialmente, Linney voleva rifiutare la parte dal momento che aveva già preso impegni per Love Actually; le riprese dei due film si sarebbero svolte infatti nello stesso periodo. Dopo aver letto lo script, tuttavia, l’attrice si appassionò a tal punto alla storia da non poter più rinunciare alla parte. Fece così la spola in un intenso pendolarismo intercontinentale per garantire la presenza in entrambi i set.
  • In Mystic River c’è un cameo di Eli Wallach, che aveva recitato con Clint Eastwood nel film di Sergio Leone Il Buono, il Brutto e il Cattivo. I due erano diventati buoni amici e a proposito della sua scena, Wallach amava ricordare di averla girata in una volta sola. Buona la prima, insomma, e pare senza indicazione alcuna da parte di Clint Eastwood, che si fidava del talento e dell’istinto del suo amico e collega.
  • La scena di apertura di Mystic River si ispira a un vero episodio che ha per protagonista Dennis Lehane, autore di La morte non dimentica. Questi, da piccolo, sfuggì appena in tempo ad un uomo che, millantando di essere un poliziotto, gli offrì un passaggio in auto. Intervenne la madre di Lehane che, rimproverandolo in maniera piuttosto incisiva, lo salvò da una situazione pericolosa.
  • Quella formata da Sean Penn e Tim Robbins è decisamente una coppia da Oscar. Prima di lavorare con Clint Eastwood in Mystic River, i due avevano lavorato insieme in Dead Man Walking nel 1995; Tim Robbins dietro la macchina da presa e Sean Penn nel ruolo di Matthew Poncelet. In quell’occasione ricevettero entrambi nella rispettiva categoria una nomination agli Oscar 1996.

Mystic River andrà in onda questa sera su Iris, canale 22, alle 21.

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button