Doctor Strange 2, Elizabeth Olsen: “Sarà più spaventoso di Indiana Jones”

Elizabeth Olsen riprende il paragone di Michael Waldron e dice come la pensa al riguardo

L’interprete di Scarlet Witch Elizabeth Olsen torna a parlare di Doctor Strange 2, e per farlo si rifà alle parole dello sceneggiatore Michael Waldron, il quale aveva paragonato il personaggio di Benedict Cumberbatch all’Indiana Jones di Harrison Ford. Negli scorsi giorni infatti, lo sceneggiatore aveva parlato del tono che la pellicola avrà, tirando in ballo anche Indiana Jones in relazione proprio al personaggio dello Stregone Supremo, dichiarando: “Strange è Indiana Jones con il mantello. È un eroe che sa incassare pugni… guardatelo nel primo film. Viene pestato più volte, ma è molto capace”. In relazione a ciò Elizabeth Olsen ai microfoni di Little Gold Men, il podcast di Vanity Fair, improntando il discorso sul tono della pellicola diretta da Sam Raimi, ha affermato:

Credo che sia più spaventoso di Indiana Jones. È sicuramente molto più in stile Sam Raimi. E forse questo era l’obiettivo, ma è diventato qualcosa di più dark. Quel sentimento che ti dà il genere horror di timore costante, il brivido, le false piste, il giocare con la telecamera, con le prospettiva e la profondità di campo per rendere ancora più ansioso il pubblico. Credo sia più di Indiana Jones patinato, e io amo Indiana Jones, ma credo che Doctor Strange abbia un qualcosa di più dark.

Doctor Strange 2, Elizabeth Olsen: “Sarà più spaventoso di Indiana Jones”

Intitolato Doctor Strange in the Multiverse of Madness, il sequel del film di Scott Derrickson è stato annunciato a luglio 2019 durante il lungo panel al Comic-Con di San Diego e sarebbe dovuto arrivare al cinema il 5 novembre 2021 prima di essere rimandato al 25 marzo 2022. Le riprese si sono tenute anche in Norvegia oltre che ai Longcross Studios di Londra. Il film è diretto da Sam Raimi e dovrebbe essere il primo cinecomic dell’UCM a tinte horror. Nel film, oltre a Cumberbatch e Olsen, anche Chiwetel Ejiofor; Benedict Wong, Rachel McAdams e Xochitl Gomez.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati