The Witch, Anya Taylor-Joy: “Pensavo che non avrei mai più lavorato”

L'attrice ricorda il trauma dopo essersi rivista per la prima volta sul grande schermo

Anya Taylor-Joy ha svelato che girare The Witch ha segnato la sua vita e la sua carriera per sempre. Durante un’intervista con l’Hollywood Reporter, la star de La regina degli scacchi ha ammesso di essersi sentita devastata dopo aver visto la sua interpretazione nell’horror di Robert Eggers per la prima volta. Il film del 2015 è stato presentato in anteprima mondiale al Sundance Film Festival ed è stata la svolta per la giovane attrice, ma la sua prima impressione del film è stata scioccante:

Robert Eggers ci ha mostrato il film forse due ore prima della proiezione al pubblico, ed ero devastata. Pensavo che non avrei mai più lavorato, ho ancora i brividi a pensarci. Era una sensazione orribile, pensavo ‘Ho deluso le persone che amo di più al mondo. Non ho fatto bene’. E sono abbastanza prolissa, mi piace parlare, mi piace comunicare. Ma lì non ho parlato, ho solo pianto. Non potevo sopportare di vedere la mia faccia così grande.

The Witch, Anya Taylor-Joy: “Pensavo che non avrei mai più lavorato”

Vedersi sul grande schermo può essere difficile da sopportare, ma da quel momento è iniziata la carriera di Anya Taylor-Joy. Dopo The Witch infatti, l’attrice è stata chiamata a recitare in Split e Glass di M. Night Shyamalan, New Mutants, comic movie sugli X-Men, Emma di Autumn de Wilde e nell’hit Netflix La regina degli scacchi. Entro la fine dell’anno, Taylor-Joy inizierà la pre-produzione del suo ruolo più importante fino ad oggi: sarà Furiosa nel prequel di Mad Max: Fury Road di George Miller. Inoltre è tornata a collaborare con Robert Eggers per l’atteso The Northman, in uscita ad aprile 2022 da Focus Features. Il film rappresenta la chiusura del cerchio in quanto vede protagonista anche la sua co-protagonista in The Witch Kate Dickie. L’attrice ha ha ricordato così la reazione al successo de La regina degli scacchi:

Ero in Irlanda del Nord, a Belfast, con Robert Eggers, a girare un film di cui sono molto orgogliosa chiamato The Northman. Due progetti non possono essere più diversi di The Northman e La regina degli scacchi. Mi stavo isolando, da sola in questo appartamento con nient’altro che il mio telefono, e il mio telefono mi stava dando informazioni che non potevo calcolare. E poi fortunatamente Kate Dickie, che interpreta mia madre in The Witch, è venuta a stare con me e ogni giorno arrivavano più informazioni, e io la guardavo e dicevo ‘Penso sta andando bene. Penso che alla gente piaccia lo show.

Articoli correlati