CuriositàFilm da vedere

Scrubs: 5 curiosità sulla serie cult con Zach Braff

Andiamo a scoprire alcune curiosità riguardanti questa magnifica med-comedy

Scrubs, la serie tv comedy ideata da Bill Lawrence, con protagonista Zach Braff è entrata nell’immaginario collettivo come una delle comedy meglio riuscite degli ultimi anni.

Ambientata nell’Ospedale Sacro Cuore, la storia viene narrata dal punto di vista di J.D. (Zach Braff), che all’inizio della prima stagione è un tirocinante del primo anno, così come il suo migliore amico Christopher Turk. A fargli da mentore sarà Perry Cox, un medico singolare dal carattere stizzoso, con il quale J.D. instaurerà un rapporto di Odi et amo. Ad arricchire un parco ricchissimo di personaggi geniali ci sono Elliot, Carla, Dr. Kelso, l’Inserviente e molti altri.
Lo spopolare della serie si è tramutato presto in un successo mondiale, coronato da un’accoglienza entusiasta da parte di pubblico e critica. Insieme alle svariate nomination agli Emmy per la serie, lo stesso Zach Braff ha ricevuto 3 nomination ai Golden Globe e 4 agli Emmy. La rivista Empire l’ha inoltre classificata al posto 19 della lista delle migliori serie televisive mai create. Oggi vi proporremo 5 curiosità tutte da scoprire su questa fantastica serie.

Scrubs: 5 curiosità sulla serie cult con Zach Braff

scrubs curiosità

Call Tur

Nella 4ª stagione della comedy i produttori decisero di fare un piccolissimo cambiamento. Venne cambiato infatti il numero di telefono di Turk in CALL TUR.
Si dia il caso però che quelle lettere corrispondessero ai numeri reali sulle tastiere telefoniche, nelle loro stesse posizioni. Inizialmente i fortunati che chiamavano il numero in questione avevano l’opportunità di poter parlare con alcuni membri del cast. Talmente bizzarre e divertenti, alcune di queste conversazioni sono poi state pubblicate sul blog di Zach Braff.

Christa e Bill

Bill Lawrence ha rivelato in un’intervista  che il rapporto con sua moglie Christa Miller (interprete nella serie di Jordan) ha dato vita ad alcuni elementi narrativi utilizzati per rappresentare il legame tra il personaggio affidatole e il Dottor Cox. Christa era inoltre in grado di decidere le sue giornate di lavoro in modo molto semplice e pratico, svegliandosi ogni giorno accanto a Bill e informandolo sugli orari e sulle giornate in cui voleva recitare. Facile, no?

Il finale di Zach

Zach Braff aveva un’idea piuttosto singolare per il finale di Scrubs. Infatti pensava che il finale ideale dello show avrebbe mostrato l’avvocato Ted impazzire, andare al lavoro ed uccidere tutti. Durante l’intervista rilasciata alla ABC, però, l’attore ha poi cambiato idea rispondendo che Elliot e J.D. sarebbero dovuti diventare una coppia mentre Turk, una volta lasciata Carla, sarebbe stato “adottato” da loro due.

L’inserviente fantasma

Se Scrubs fosse stata chiusa dopo una sola stagione l’Inserviente, il personaggio grottesco affidato a Neil Flynn, sarebbe stato solo frutto dell’immaginazione di J.D.
Difatti solo a metà della seconda stagione si è potuto vedere l’uomo interagire attivamente con gli altri personaggi della serie.
La figura dell’inserviente inoltre è stata influenzata notevolmente da Bill Lawrence. Pare infatti, a detta sua, che egli abbia sempre avuto nella sua vita qualcuno pronto a disturbarlo e stuzzicarlo senza un motivo apparente. Flynn si è quindi basato su questa idea per sviluppare il personaggio. L’attore aveva poi aggiunto che, nella mente del personaggio, J.D. aveva compiuto degli atti “imperdonabili” come bloccare una porta dell’ospedale con un penny, situazioni che avrebbero poi portato al rapporto complicato tra i due.

J.D. e Turk

Bill Lawrence ha raccontato più volte come J.D. e Turk fossero ispirati a veri medici. Il creatore della serie ha aggiunto che il suo migliore amico frequentava il College of William & Mary per diventare un medico e si chiamava proprio “JD”.
L’ultimo ricordo che Lawrence aveva di lui era quello di un giovane che aveva in testa il contenitore vuoto di dodici birre e uno dei suoi peggiori incubi quando aveva 23 anni era di finire al pronto soccorso e trovare J.D. ad assisterlo. La storia dello show si è poi intrecciata con i racconti di un vero medico, il Dottor Jon Turk. Insomma, quando la realtà supera (e magari, delle volte, incontra) la fantasia!
Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close