Film da vedere

Martin Scorsese: 5 film da vedere che forse non conoscete!

Ecco 5 film che vanno visti da chiunque ami Martin Scorsese o semplicemente il cinema

Chiunque ami il cinema conosce il regista italo americano, autore di cult e capolavori, Martin Scorsese. Tutti hanno sentito o visto film come Taxi Driver, Toro Scatenato, Good Fellas o i recenti Shutter Island, The Departed e The Wolf of Wall Street. Il regista conta un numero come venticinque film all’attivo come regista, e molti di questi sono ancora poco conosciuti al pubblico.  In questo articolo vi parleremo di 5 film da vedere da chiunque ami Scorsese o semplicemente il cinema, e che inspiegabilmente non sono tanto conosciuti.

Nel 1942, Martin Scorsese nasce da una famiglia di immigrati italiani in America nel XX secolo. Nato a New York, viene subito a contatto con l’ambiente predominante del quartiere, ovvero quello delle gang della Little Italy.  A causa della sua asma, non riuscirà ad integrarsi bene nei gruppi, e i suoi unici luoghi per svagarsi saranno la chiesa e il cinema.  Non è un caso il fatto che Scorsese studiasse per diventare prete, ma quando capì che i suoi ritmi non potevano connettersi alla vita religiosa, decise di iscriversi ad un corso di cinematografia presso la New York University. È qui che dirige uno dei suoi cortometraggi più famosi, The Big Shave, che tratta dell’alienazione e delle conseguenze della guerra in Vietnam. Dopo questo cortometraggio, Scorsese si impegnerà per produrre e girare il suo primo lungometraggio, che gli aprirà la strada per diventare uno dei più influenti registi della Nuova Hollywood.

Fuori Orario – Film Martin Scorsese non conosciuti

film martin scorsese non conosciuti

Avrete presente sicuramente Taxi Driver, GoodFellas o Gangs of New York, dove Martin Scorsese si cimentava nel raccontare la città di New York. Bhe, Fuori Orario, After Hours in originale, è un film del 1980 del maestro americano che tratta lo stesso tema, ma che è decisamente meno conosciuto. Seppure abbia vinto il premio per la Migliore messa in scena al Festival di Cannes, il film non è tra i più conosciuti tra i film di Martin Scorsese. Il film tratta la storia di un personaggio, Paul Hackett, interpretato da Griffin Dunne, alle prese con avvenimenti molto caotici e improvvisi nella città di New York. Tutto parte da un incontro fortuito all’interno di un ristorante.

Dopo una giornata di lavoro come informatico, il giovane Paul decide di cenare in un bar. Qui conoscerà Marcy Franklin, una ragazza che fin da subito si mostra interessata a lui. Paul finirà a casa sua, dove conoscerà anche l’inquilina Kiki, indaffarata a progettare opere d’arte in cartapesta. Da questo incipit, la nottata di Paul Hackett non troverà pace. L’odissea del personaggio nel tornare a casa sarà il pretesto per parlare della vita notturna di New York, città sempre sveglia e fatta di imprevisti. Tra club punk, appartamenti di personaggi improbabili e pub aperti tutta la notte, Paul passerà la nottata più incredibile della sua vita. E’ molto simile alla struttura di Frantic, film con Harrison Ford e Emmanuelle Seigner diretto da Roman Polanski, e il recente Good Time, con Robert Pattinson.  Fuori Orario è un film denso di tensione, azione e intrattenimento, un film di Scorsese che chiunque ami il suo cinema dovrebbe guardare almeno una volta.

Silence – Film Martin Scorsese

Silence  è l’ultimo film del regista Martin Scorsese. Uscito nel 2016, è interpretato da Liam Neeson, Andrew Garfield e Adam Driver. Il film si allontana un po’ dal classico genere dei film di Martin Scorsese, che ci ha abituato ad azione, mafia e thriller. È un film che si avvicina per tematiche alla pellicola L’ultima tentazione di Cristo, sempre del regista italo americano, che tratta un tema molto caro a Scorsese, la fede. Se ci fate caso, in quasi tutti i film di Scorsese la religiosità ha un ruolo importante, non sempre protagonista ma sempre presente. Fin dall’infanzia infatti il piccolo Martin fu abituato alla dottrina cattolica, chiesa e cinema erano le mete preferite dal regista. Fin dai primi film notiamo infatti questa influenza, fatta spesso di dogmi e contraddizioni.

film martin scorsese non conosciuti

Tornando al film, Silence parla di un viaggio, di un pellegrinaggio intrapreso da tre missionari cristiani verso il Giappone. Precisamente, i giovani gesuiti Sebastiao e Francisco, vengono a sapere che il loro confessore, Cristovao, è stato perseguitato ed infine ha abbracciato lo stile di vita incoraggiato dal Giappone. Da questo fatto comincerà il lungo viaggio attraverso le terre giapponesi, in cui i giovani gesuiti troveranno diversi ostacoli al loro cammino. Passato un po’ in sordina, Silence rimane un film magnifico, pregno di significati e intenso. Non lasciatevi fermare dal fatto che sia diverso dalla solita filmografia di Martin Scorsese, Silence è un film che va visto in quanto ha un intensità che pochi film recenti hanno.

Cape Fear – Film Martin Scorsese non conosciuti

film martin scorsese non conosciuti

Negli anni 90, Martin Scorsese dirige un remake di un film cult di J. Lee Thompson, Il Promontorio della paura. Il film vede protagonisti Robert De Niro e Juliette Lewis, uno dei panni di un ex carcerato in cerca di vendetta, l’altra nei panni di una figlia di un avvocato, che finirà preda del primo citato. Max Cady è un prigioniero di un penitenziario che viene rilasciato dopo una condanna che lo vedeva protagonista di uno stupro. Sam Bowden, l’avvocato di Cady all’epoca, vive tranquillamente con la sua famiglia, composta da sua moglie e sua figlia quindicenne Danielle. La calma apparente della famiglia verrà rovesciata dalla venuta dell’ex cliente di Bowden, assetato di vendetta. Il film ottenne due nominations agli Oscar del 1992, per Robert De Niro nei panni del protagonista e per Juliette Lewis, attrice non protagonista.

Peculiarità del film è sicuramente l’omaggio alle opere del regista maestro Alfred Hitchcock. Egli viene citato tramite l’uso dell’illuminazione, di inquadrature inusuali e modalità di montaggio.  Da citare è anche l’impegno che ci misero gli attori per entrare nei personaggi. Robert De Niro aumentò la propria massa muscolare allenandosi con un personal trainer e si fece limare i denti per avere un aspetto più inquietante. L’attore Nick Nolte, più alto di De Niro, perse molti chili in modo da sembrare molto più indifeso. Il film non è particolarmente ricordato, mentre dovrebbe essere un punto di riferimento. Ottimo per chiunque voglia guardare un film d’azione ad alta tensione, con dei personaggi costruiti benissimo e una storia avvincente, di come solo Martin Scorsese sa mettere in scena.

Mean Streets – Film Martin Scorsese da vedere

Terzo film del regista Martin Scorsese, Mean Streets – Domenica in chiesa, lunedì all’inferno, è il primo film in cui compare l’attore feticcio Robert De Niro, accompagnato dal già visto ma giovane Harvey Keitel. Questo è uno dei primi film del regista, in cui mostra la vita nei quartieri della Little Italy, dove lui stesso è cresciuto. Mafia e religione sono i macro temi, seguiti dai personaggi che sono proiezioni mentali delle persone che lo stesso Scorsese conosceva, infatti il film riproduce una realtà quasi antropologica del quartiere newyorkese degli anni 70’. A sottolinearlo è anche la colonna sonora, fatta di canzoni dei Rolling Stones, Eric Clapton e i The Miracles.

Film molto autobiografico, addirittura tra le comparse troviamo sia lo stesso Scorsese sia la madre, che nel film parla il dialetto siciliano. A questo proposito, nelle scene tra i bar notiamo diversi poster che mostrano le città italiane di Palermo, Napoli, Firenze e Messina. Il film è uno dei più intimi e vissuti dal regista americano e merita una visione da chiunque. Piacerà sia agli appassionati che potranno vedere dove è nato il giovane Martin Scorsese e da dove ha maturato i temi che affronterà nelle pellicole successive, sia a chi è amante del genere noir/drammatico e vuole vedermi un film di genere costruito ad hoc da uno dei migliori registi viventi.

film martin scorsese non conosciuti

Re per una notte – Film Martin Scorsese non conosciuti

film martin scorsese non conosciuti

Questo fu uno dei film meno popolari al botteghino per Martin Scorsese, addirittura per il film successivo Fuori Orario, il regista dovette trovare produzioni indipendenti per permettersi di girare. Dopo un ventennio il film fu rivalutato come l’ennesimo colpo riuscito dalla coppia Scorsese-De Niro, ma tuttora molti non lo conoscono. Re per una notte tratta la storia di Rupert Pupkin, trentenne che sogna di divenire un comico di successo, ma che vive ancora con la madre e non ha moglie. La sua sete di successo lo porterà a sequestrare un altro comico di successo che si esibisce in tv, con il fine di rubargli una serata presso la sua emittente.

Re per una notte ha la forza di una commedia atipica, intelligente e ovviamente ben girata ed interpretata. Come al solito Scorsese ci condisce il film con una colonna sonora maestosa, con band come i Talking Heads o Ray Charles.  La sceneggiatura ha sia del comico sia del malinconico e De Niro da una splendida interpretazione di un simil buffone. è un uomo che cerca di ottenere ciò che vuole, determinato ma anche sbadato ed esilarante. Un film che per quanto sia stato rivalutato ancora non ha il successo che merita. Consigliamo a tutti la visione per gustarvi uno Scorsese diverso ma egualmente valido.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close