Film da vedereTop

Film per tutti: una selezione di film per tutti i gusti

Non c'è cosa più difficile che trovare un film che accontenti i gusti di tutti

È sempre complicato trovare un film per tutti i gusti e che possa accontentare i desideri di tutta la famiglia. Pellicole adatte ad ogni tipologia di persona, adulto o bambino che sia. Abbiamo cercato di stilare una top che veda presenti film di ogni genere, dalle commedie come Moonrise Kingdom ai film drammatici come L’attimo fuggente; film cult entrati nella storia del cinema come Forrest Gump e pellicole più recenti come Brooklyn. Tra i film per tutti, ovviamente, non possono mancare i film italiani: Io non ho paura e Caterina va in città sono stati scelti a rappresentare la categoria.

Siete stufi di passare ore e ore a cercare il film giusto che possa accontentare voi e la vostra compagnia? Non vi resta che continuare a leggere per scoprire tanti titoli diversi appartenenti a molti generi diversi. Pellicole più o meno conosciute ma che sicuramente sapranno come intrattenervi, facendovi passare del tempo di qualità di fronte lo schermo.

Indice

Film cult – Film per tutti

L’attimo fuggente

Un film per tutti che è entrato nella storia del cinema e nel cuore di ogni spettatore è senza dubbio L’attimo fuggente. Nel collegio maschile Welton viene trasferito il professor John Keating (Robin Williams), un insegnante di letteratura dall’approccio educativo fuori dagli schemi. Egli porterà una ventata di aria fresca tra i ragazzi, gli farà conoscere la poesia e soprattutto li guiderà nella ricerca della loro strada. Sarà un gruppetto di ragazzi in particolare ad apprezzare gli insegnamenti del professore, tanto da emulare le gesta de La setta dei poeti estinti (protagonisti di un racconto) declamando poesie nottetempo.

Peter Weir con questa pellicola è riuscito ad emozionare intere generazioni. I temi affrontati sono sempre attuali: la rigidità del sistema scolastico, il rapporto padre-figlio e l’aridità dei sentimenti umani. Una lezione di vita, un film sulla libertà e sull’importanza di uscire dagli schemi. L’attimo fuggente vede come protagonista il compianto Robin Williams, qui in una delle sue migliori interpretazioni di sempre (non a caso venne nominato all’Oscar).film per tutti

Stand by me – Ricordo di un’estate

Pellicola del 1986 diretta da Rob Reiner e tratta dal racconto Il corpo (contenuto nella raccolta di novelle Stagioni diverse di Stephen King). In questo film vengono narrate le avventure di un gruppo di ragazzini di Castle Rock la cui quotidianità viene stravolta da un evento misterioso: la scomparsa di un loro coetaneo. Inizieranno così un viaggio alla ricerca del corpo del ragazzo alla fine del quale la loro vita cambierà drasticamente.

Film icona degli anni ’80, raccontato in modo amaro e che lascia però alcuni spiragli di spensieratezza. Una storia di amicizia interpretata in modo impeccabile dai quattro giovani interpreti: Will Wheaton, Corey Feldman, Jerry O’Connell ed il compianto River Phoenix. Straordinaria la colonna sonora con molti pezzi anni ’50 tra cui l’omonima canzone. Capolavoro che lo stesso Stephen King ha definito essere la miglior trasposizione cinematografica tra tutti i suoi racconti.film per tutti

Forrest Gump

Un cult degli anni ’90 liberamente ispirato al romanzo di Winston Groom. Forrest (Tom Hanks) racconta la sua storia a due signore sedute sulla panchina in attesa del bus. Comincia dall’infanzia, racconta di quando veniva bullizzato a scuola per il suo ritardo mentale e di quando conobbe Jenny (Robin Wright), la sua migliore amica, che gli farà scoprire la sua abilità nella corsa. Racconta dell’età adulta, di quando giocava a football all’Università dell’Alabama e di quando si arruolò nell’esercito. Ma soprattutto narra tutti i suoi incontri e avventure straordinarie alle quali prende parte senza rendersene neanche conto.

Il film di Robert Zemeckis è un grande racconto, quasi una fiaba. È tragico e comico allo stesso momento, esalta l’America ma allo stesso tempo critica la società. Forrest Gump racconta la storia dell’America dagli anni Sessanta agli anni Ottanta, si passa da Elvis a John Lennon, dalla guerra del Vietnam al Watergate, da Richard Nixon a John F. Kennedy. Un’opera che, soprattutto, ci insegna ad affrontare la vita con naturalezza e semplicità.film per tutti

Film italiani – Film per tutti

Caterina va in città

Paolo Virzì ci narra la storia di Caterina, un’adolescente che viene catapultata dalla realtà di provincia di Montalto di Castro a quella della capitale. Il padre la costringe a iscriversi ad una scuola esclusiva e a frequentare compagnie di un certo livello così da ottenere agganci per la pubblicazione del suo romanzo. In questo nuovo contesto la ragazzina non riuscirà a trovarsi a suo agio, vedrà cadere le sue certezze ma alla fine riuscirà a ritrovare se stessa e la sua strada.

Terzo capitolo virziniano, dopo Ovosodo e My name is Tanino, che affronta il tema della crescita. Una commedia amara che adotta la formula del diario come struttura narrativa. Tutti i personaggi sono disegnati con precisione: il padre (Sergio Castellito) frustrato, la madre (Margherita Buy) insicura con una vena folle ed infine Caterina (Alice Tghil) ingenua, semplice, innocente e sempre col sorriso. Da sottolineare i camei di personaggi famosi tra cui Roberto Benigni, Michele Placido e Maurizio Costanzo.film per tutti

Io non ho paura

Salvatores porta sul grande schermo il romanzo omonimo di Ammaniti (che partecipa alla sceneggiatura). Estate 1978, nel piccolo paesino meridionale di Acqua Traverse Michele si diverte con i suoi amici a scorrazzare per le campagne. Un giorno fa una scoperta sconvolgente: gli adulti del luogo tengono nascosto in un pozzo un suo coetaneo (Filippo). Questo segreto cambierà per sempre l’esistenza di Michele e di tutta Acqua Traverse.

L’intero film è narrato secondo il punto di vista del piccolo protagonista (la macchina da presa, infatti, viene posizionata ad altezza bambino). Il regista gioca per tutto il film sulle contrapposizioni: tra Michele e Filippo, tra poveri e ricchi, tra realtà e immaginazione, tra luoghi aperti e luoghi chiusi, tra il mondo dei bambini e quello degli adulti. Sarà proprio il mondo dei bambini, alla fine, a vincere e a ristabilire l’equilibrio. Da sottolineare l’interpretazione di Diego Abatantuono nel ruolo del cattivo.film per tutti

Film recenti – Film per tutti

Moonrise Kingdom

Uno dei tasselli principali della filmografia di Wes Anderson, un film per tutti poetico e stravagante. New England, estate 1965, Sam e Suzy sono due ragazzini di dodici anni molto problematici; si incontrano ad una recita in chiesa e decidono di scappare. Una vera e propria fuga d’amore in mezzo ai boschi che verrà però ostacolata. Quando una tempesta si accinge a colpire la costa l’intera comunità si mobiliterà a ricercare i due fuggitivi. Sulle loro tracce, in primis, i genitori della ragazzina e il capo scout di Sam (Edward Norton).

Un film che racconta con delicatezza un sentimento puro e innocente. La stravaganza del cinema indie di Anderson riesce ad unire il mondo dei bambini con quello degli adulti in modo poetico. Si nota, ovviamente, la solita attenzione maniacale all’estetica delle scenografie e della fotografia. Da sottolineare anche il cast stellare che vede Bruce Willis nei panni del poliziotto, Edward Norton in quelli del capo scout e Bill Murray con Frances McDormand ad interpretare i genitori di Suzy.film per tutti

August Rush – La musica nel cuore

Una favola dei giorni nostri dove la musica fa da protagonista. Louis (Jonathan Rhys Meyers), cantautore, e Lyla (Keri Russell), violoncellista, si incontrano ad una festa e sulle note di “Moondance” capiscono che sono fatti per stare insieme. Il padre della ragazza impedisce il riavvicinamento dei due giovani e farà credere alla figlia che il bambino, concepito in quella notte, sia morto. Il bambino sarà quindi costretto a trascorrere undici anni in orfanotrofio fino a quando deciderà di andare a cercare i suoi genitori. Sarà la musica, filo conduttore di questo film, a far ricongiungere queste tre esistenze che non avevano mai smesso di cercarsi.

La storia può risultare poco realistica ma permette allo spettatore di lasciarsi trasportare dalla magia della musica. Una pellicola che esalta l’arte e la creatività e vuole offrire allo spettatore un messaggio di speranza e ottimismo. Collaborano alla riuscita del film l’ambientazione magica di New York e un ottimo cast dove spiccano Freddie Highmore (nel ruolo del piccolo August) e Robin Williams (il mago).film per tutti

Little miss sunshine

Road movie del 2006 diretto dalla coppia esordiente DaytonFaris e vincitore di due oscar. Quella di Olive è una famiglia particolare: il fratello ha fatto il voto del silenzio per entrare in aeronautica, lo zio ha appena tentato il suicidio e il nonno è stato cacciato dalla casa di riposo per uso di cocaina. Lei, invece, è una ragazzina che ha appena passato le selezioni di un concorso di bellezza e partirà alla volta della finale con un pulmino insieme a tutta la sua famiglia.

Una commedia americana indipendente che offre un divertimento tragicomico. Little miss sunshine delinea approfonditamente i suoi personaggi, ognuno di loro ha un carattere ben definito e si discosta dai soliti clichè della famiglia americana. La famiglia ha un ruolo fondamentale e viene descritta come rifugio in cui ritrovare la fiducia in se. Un film che insegna a non rinunciare mai ai propri obiettivi perché la vera vittoria è riuscire a rimanere se stessi.

Brooklyn

Melodramma moderno, ambientato negli anni ’50, che vede Saoirse Ronan interpretare Eilis, una ragazza irlandese costretta ad emigrare per cercare fortuna in America, più precisamente a Brooklyn. La ragazza, un po’ alla volta, pur continuando a sentire la nostalgia di casa (dove sono rimaste madre e sorella) inizierà a trovare la sua strada e riuscirà ad ottenere la sua libertà. Il film ha ottenuto tre candidature ai premi Oscar.

Una favola di formazione adattata per il grande schermo da Nick Hornby che presta molta cura ai dettagli. Anche i colori sono un dettaglio importante del film: i colori tenui dei vestiti con i quali la ragazza parte e quelli più accesi del vestito a pois che identifica la nuova vita della ragazza, l’azzurro vivo degli occhi e quello spento del cielo irlandese. Il colore che lo spettatore si porterà dentro alla fine del film, invece, è quello verde della speranza.brooklyn

Lion – La strada verso casa

Saroo è un bambino di cinque anni che vive ai margini della società indiana. Una sera si addormenta su una panchina e perde il fratello maggiore. Per cercarlo sale erroneamente su un treno che finirà però a 1600 km dalla sua città natale. Qui non sarà in grado di comunicare con nessuno e dopo molte avventure riuscirà a farsi adottare da una famiglia australiana. Le origini però non si dimenticano e una volta adulto vorrà ritrovare la sua vera famiglia.

In Lion il viaggio fisico si alterna a quello interiore, la ricerca del villaggio di origine su Google Earth si alterna alla ricerca dei ricordi di quando era bambino; sarà proprio l’assaggio di un dolce tipico indiano, come una sorta di madeleine proustiana, a fargli riemergere i ricordi della sua infanzia e a fargli nascere il desiderio di mettersi sulle tracce di casa. Garth Davis, al suo esordio, ci presenta il concetto di famiglia sotto varie sfaccettature, analizzando in modo particolare il rapporto madre-figlio. Nel cast un’eccellente Nicole Kidman, Rooney Mara e Dev Patel ormai a suo agio nei panni del povero ragazzo indiano a cui la vita cambia improvvisamente.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close