CuriositàFilmPost consigliaTop

Top 7 film con Joaquin Phoenix – Le migliori interpretazioni dell’anti-divo

Joaquin Phoenix è sicuramente un dei più talentuosi attori del nuovo millennio. Reduce da una vita personale travagliata fin dalla tenera età, Joaquin non ha mai cercato la fama. Sempre schivo nei confronti dei riflettori di Hollywood, soprattutto dopo che questi avevano schiacciato il fratello, River Phoenix. Attore eclettico e persona stimabile, che abbiamo deciso di omaggiare. Ecco una nostra classifica con i 7 migliori film con Joaquin Phoenix.

 7 – Il Gladiatore (2000)

joaquin pohenix film joaquin phoenix film da vedereLa carriera di Joaquin Phoenix nel mondo del cinema e della tv inizia in tenera età. Negli anni ’90 recita per registi del calibro di Gus Van Sant e Oliver Stone. Tuttavia la vera svolta artistica per l’attore è la sua interpretazione ne Il Gladiatore di Ridley Scott. In questo film Joaquin Phoenix interpreta l’ormai iconico imperatore Commodo.

Nel 180 d.c. l’eccentrico e spietato principe Commodo uccide il padre, Marco Aurelio per poter succedergli al trono imperiale. Per attuare i suoi progetti di dominio dispotico sull’Impero Romano dovrà però anche sbarazzarsi del generale Massimo Decimo Meridio (Russel Crowe). Lo spietato Commodo fa dunque uccidere la famiglia del generale e ordina l’assassino del carismatico Massimo. Egli però riesce a fuggire ma viene catturato da dei mercanti e costretto a combattere come gladiatore. Ed è proprio grazie a questo, apparente, sfortunato destino che il gen. Massimo pianificherà la sua vendetta contro il malvagio imperatore.

Joaquin Phoenix riesce a dare a questo personaggio una carica incredibile. Brutale e perverso Commodo non appare, però, finto o esagerato. I suoi movimenti, i suoi gesti sono sempre misurati e pacati, ciò rende il personaggio spietato si, ma calcolatore; l’attore fornisce dunque credibilità e forza all’antagonista di questa storia di genere epico; rende l’antagonista il fulcro di questo pemplum, che come nelle moderne storie di supereroi, è imprescindibile per la buona riuscita della pellicola.

L’evoluzione del personaggio di Commodo

Inoltre in questo film Joaquin Phoenix fa evolvere il personaggio di Commodo. L’attore infatti riesce a disseminare nella sua performance sprazzi di “umanità”. L’imperatore infatti discende pian piano nella follia, diviene sempre più paranoico e sanguinario (come un contemporaneo dittatore novecentesco). Ciò però non è dettato dalla semplice malvagità del personaggio. Joaquin Phoenix infatti mostra come alla fine Commodo, uomo più potente della Terra, venga sconfitto dall’amore per la sorella. Forse è proprio per dimostrare l’amore alla sorella che l’imperatore decide di affrontare il generale Massimo Decimo Meridio. Questo non ci viene detto dalla storia messa in scena da Scott, ma da Joaquin Phoenix; con i suoi sguardi, i suoi movimenti insinua in noi il dubbio che il movente delle sue azioni è la gelosia.

Il Gladiatore è dunque un film da vedere, non tanto per la sua sovrastimata completezza come opera. Il film se pur ottimo, infatti, rimane negli annali sopratutto per Joaquin Phoenix e il suo personaggio di “brutale umanità”.

6 – I padroni della notte (2007)

joaquin pohenix film joaquin phoenix film da vedereDopo Il Gladiatore, Joaquin Phoenix da vita a grandissime interpretazioni. Sia come protagonista, come in Buffalo Soldiers, sia come interprete secondario, ad es. nel capolavoro di M. Night Shymalan, The Village. Nel 2007 però si rende protagonista di I padroni della notte di James Gray, con il quale ha un proficuo sodalizio artistico.

Abbiamo preso questo film con Joaquin Phoenix protagonista proprio come “rappresentazione” del suo lavoro con James Gray. Il nostro attore in questo film interpreta Robert “Bobby” Green, estroverso gestore di un night club frequentato da persone di ogni tipo. Tra i tipi che frequentano il locale di Bobby ci sono dei russi che li concludono i propri “affari”. Un giorno la polizia irrompe nel locale per arrestare alcuni membri del clan mafioso russo; il capo della polizia che gestisce l’operazione è Joe Grusinsky (Mark Wahlberg), fratello di Robert.

I due hanno scelto strade diverse: Joe come il padre (Robert Duvall) è diventato poliziotto, Bobby gestisce questo locale e i suoi rapporti con la criminalità organizzata non sono cristallini. Due stili di vita incompatibili che rischiano di scontrarsi e ferire qualcuno. Il rischio diventa realtà, così dopo che la sua famiglia viene coinvolta in prima persona, Bobby decide di fare una scelta che cambierà la vita di tutti i suoi familiari.

Il gangster atipico di Joaquin Phoneix

In questo film Joaquin Phoenix interpreta un gangster ma a differenza dei criminali, ad es., di Martin Scorsese, lui non è criminale per necessità o per il contesto in cui è vive. Bobby ha voluto seguire una propria strada, fare delle scelte che lo rendessero una persona importante. Importante come è il padre, stimato vice capo della polizia che da giovane ha saputo distinguersi per la sua passione per la legalità e la giustizia. E qui dunque Joaquin Phoenix è un uomo che cerca certezze e conferme in una metaforica “vittoria” contro suo padre. Nasconde tutto ciò dietro alla spavalderia da bussiness man, ma non è gangster nella sua essenza. Infatti non ritiene necessario vantarsi delle sue conoscenze nella mafia.

Robert Green è un uomo doppio. Una parte competitiva e sicura di se, una parte alla costante ricerca di approvazione da parte di un padre, da parte di una famiglia, che lo guarda come se egli fosse senza speranza. Qui Joaquin Phoenix mostra questo desiderio di amore familiare nei dialoghi con il capo locale della mafia; la riverenza informale con cui Bobby si pone nei confronti dell’anziano capo mafia, lascia intuire un tentativo di surrogazione della figura paterna.

Da questo doppia personalità, i questo film Joaquin Phoenix riesce a trarne una terza. Una personalità definitiva mostrata nella parte finale della pellicola. Bobby ha interiorizzato i suoi sbagli ed divenuto un uomo nuovo, ed è ancora grazie alla capacità attoriale dell’attore che noi percepiamo la nascita di una nuova persona, Robert Grusinsky.

I padroni della notte è un film da vedere. Non solo per il nostro amato Joaquin, ma anche per la performance del resto del cast e per l’ottima direzione di James Gray.

Continua a leggere “Top 7 film con Joaquin Phoenix – le migliori interpretazioni dell’anti divo” nella pagina successiva!

1 2 3 4Pagina successiva
Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Rilevato

Per favore supportaci disabilitando il tuo Ad Blocker