Film da vedereTop

Film biografici da vedere: 20 biopic tra i migliori del cinema

Ecco una lista dei migliori film biografici secondo Filmpost

La sfida più grande di un attore è interpretare un personaggio reale, che in qualche modo è entrato nell’immaginario comune. La difficoltà sta nel ricrearne le movenze, il modo di parlare, il carattere e conferirgli quell’aura mistica di cui gode o godeva nella realtà. Tantissimi attori si sono cimentati in questa impresa, ma purtroppo non sempre il successo è assicurato. Noi di Filmpost vi proponiamo una top dei migliori film biografici da vedere, quelli che hanno fatto la storia del cinema e che sono diventati dei cult. Dalla storia di Stephen Hawking, fino a quello di Frida Kahlo passando per la recente biografia di Freddie Mercury. Sono film che hanno ottenuto riconoscimenti e pareri positivi sia dalla critica di settore che dal pubblico in sala. Sono storie di personaggi importanti che ci fanno scoprire la vita e i segreti nascosti dietro una personalità importante e forte.

Abbiamo scelto 20 film biografici che si sono distinti nel panorama cinematografico internazionale. Alcune pellicole spiccano per l’interpretazione, altre per come è costruito il personaggio e altre ancora per la caratterizzazione del protagonista. Eccovi dunque una top sui migliori biopic del cinema secondo Filmpost!

Toro scatenato – film biografici da vedere

Toro scatenato è il primo film biografico che ci sentiamo di inserire nella top. È una pellicola importante e di grande impatto per la storia del cinema. Conferma un sodalizio tra Martin Scorsese e Robert De Niro, iniziato nel 1973 con Mean Streets. Una coppia che ha dato vita a uno tra i film più apprezzati del ‘900, che si ispira alla vita del pugile Jake LaMotta. De Niro interpreta il campione di peso-medio LaMotta, un italo-americano nato e cresciuto nel Bronx. Il pugile tenta la scalata ai vertici della boxe, per poi subire una caduta dovuta a diversi problemi con amici e famiglia. A fare da spalla a Robert De Niro è Joe Pesci, che interpreta il fratello Joey. L’interpretazione di Robert De Niro valse all’attore il premio Oscar come miglior attore protagonista, e rimane tuttora la sua miglior performance.

Toro scatenato è un film sublime che rasenta la perfezione, in un bianco e nero estremamente evocativo che richiama la vita e la storia del protagonista. Il ritratto è quello di un pugile in decadenza ma che con tutte le forze cerca di risalire ai vertici per tornare a brillare. De Niro confeziona una performance eccelsa, che incanta e stupisce ancora dopo anni dalla sua uscita nelle sale. Ritrae un Jake LaMotta veritiero in movenze e nel carattere. Ridà vita ad un personaggio assai discusso sia dentro che fuori dal ring, al quale De Niro rende omaggio alla perfezione.

film biografici da vedere

Elephant man – film biografici da vedere

David Lynch dirige Anthony Hopkins e John Hurt in un film toccante e commovente. La pellicola racconta la storia di John Merrick, un uomo affetto dalla Sindrome di Proteo, soprannominato l’uomo elefante per le sue deformità. Il perfido Bytes impegna l’uomo come fenomeno da baraccone. Durante uno spettacolo il Dr. Treves nota John, che decide di portarlo nel suo ospedale e studiare la sua malattia. John ha un carattere sensibile e dolce, al contrario di molti che lo definivano burbero e ritardato. Col tempo si scopre che l’uomo è appassionato di teatro, e il suo caso arriva fino alla corte della Regina Vittoria, la quale decide di aiutarlo con delle cure adeguate.

Il film rappresenta alla perfezione la vita di un reietto e di un emarginato sociale. Il tema è ancora attuale , nonostante trasportato nell’era vittoriana. Questo ci permette di fare una riflessione sul fatto che le cose poi, dal 1800 ad oggi, non siano poi così tanto cambiate nel modo di trattare persone diverse. Il film, nonostante le otto candidature ai premi Oscar, non vinse nessuna statuetta, ma rimane comunque una tra le pellicole più belle di David Lynch. È un film che tocca nel profondo e che trasmette una grande sensibilità, alla quale difficilmente si potrà restare impassibili.

film biografici da vedere

Gandhi – film biografici da vedere

Ci occupiamo ora di un film che ritrae uno degli uomini più influenti dell’età moderna: il Mahatma Gandhi. Interpretato da Ben Kingsley, riproduce alla perfezione una figura chiave della storia moderna. Il film inizia ritraendo gli ultimi attimi della vita di Gandhi per poi ripercorre la sua storia dal 1893, quando era un avvocato in Sud Africa fino alla marcia del sale del 1930. Insomma, vengono rappresentati l’intera vita e gli atti più importanti compiuti da Gandhi. Quegli atti che l’hanno portato ad essere una guida per il popolo indiano e non solo. Una figura che ha accompagnato l’India verso l’indipendenza britannica e verso una nuova era. Gandhi è un personaggio cardine per i movimenti civili di uguaglianza e libertà.

Il film sbancò ai premi Oscar del 1983, e valse anche a Ben Kingsley la statuetta come miglior attore protagonista. Un colossal per il numero di persone e strumenti utilizzati che hanno riportato in vita una leggenda in ogni suo aspetto. Infatti, Gandhi vinse anche i premi come miglior film, regia, sceneggiatura originale, fotografia, scenografia, costumi e montaggio.

film biografici da vedere

Amadeus – film biografici da vedere

Miloš Forman dirige un film sulla vita e sulle gesta del compositore Wolfang Amadeus Mozart. Nel ruolo troviamo Tom Hulce e come sua spalla, nel ruolo del compositore antagonista Antonio Salieri, F. Murray Abraham. Quest’ultimo ricevette anche la statuetta come miglior attore protagonista. La pellicola si incentra sulla vita di Mozart vista dagli occhi del suo più grande ammiratore nonché antagonista Antonio Salieri. Amadeus romanza un aspetto della vita del compositore, ovvero la rivalità con Salieri, che nella realtà dei fatti non è fondata. Questa storia messa in atto dal regista Forman permette allo spettatore di capire chi era Mozart e come ha vissuto la sua vita. Egli è un personaggio storico, importantissimo nel panorama musicale ma di cui si conosce ben poco, oltre ai suoi capolavori musicali.

Qui viene ripreso in una veste sconosciuta, prima di tutto come una persona comune, un uomo che ha dei limiti e che soffre. Dunque, ci mostra come anche dietro una leggenda della musica possa nascondersi una persona fragile e piena di debolezze. La bellezza di questo film biografico sta nel fatto che ogni scena viene accompagnata dalle opere composte da Mozart, che ricalcano la vita del compositore fino alla sua morte. Amadeus vinse il premio Oscar come miglior film, regia, sceneggiatura non originale, costumi, scenografia, trucco e sonoro.

film biografici da vedere

L’ultimo imperatore – film biografici da vedere

L’ultimo imperatore è un film biografico di Bernardo Bertolucci sulla vita del giovane imperatore cinese Pu Yi. Il film è considerato uno delle opere più immense e maestose create per il cinema. La pellicola valse a Bertolucci nove premi Oscar e la sua consacrazione tra i grandi registi di Hollywood e non solo. Il piccolo Pu Yi ascende al trono dell’impero cinese a soli 3 anni, il film ripercorre la sua vita, dai primi passi all’interno della città proibita, fino alla morte come un comune cittadino, passando per gli anni di detenzione come criminale. Bertolucci con la storia di Pu Yi fonde assieme la dimensione spettacolare e quella epica del cinema, per confezionare una pellicola magistrale.

Il film vanta tra i suoi artefici anche Vittorio Storaro, che studia una fotografia nei minimi dettagli aiutando a conferire quell’aurea mistica a tutta la pellicola. L’ultimo imperatore è un film diverso da quelli classici di Bernardo Bertolucci, in primis a Ultimo tango a Parigi. Questo è più pudico, più innocente, infatti non si fa minimamente accenno alla sessualità dell’imperatore Pu Yi. Uno degli elementi che contraddistinguono il regista italiano è proprio il fatto che la sessualità è il centro dei suoi film. Qui rimane tutto in sottofondo per concentrarsi sulla sua vita politica di imperatore recluso.

film biografici da vedere

Malcom X – film biografici da vedere

Malcom X è il film incentrato sulla vita dell’attivista americano per la parità dei diritti Malcom X. Egli è interpretato da Denzel Washington, che a sua volte viene diretto da Spike Lee. La pellicola si basa sul libro autobiografico del leader afroamericano dal titolo Autobiografia di Malcom X. Egli era un leader nella lotta per la parità di diritti civili durante gli anni ’50. Fu uno dei primi politici neri a battersi con veemenza per la parità dei diritti che ispirò le gesta anche di molti suoi successori, tra cui Martin Luther King. Il film racconta dunque la vita del leader, dal periodo adolescenziale, quando rinnega il suo essere afroamericano e cerca in tutti i modi di assomigliare ad un bianco, fino all’età adulta. Passando per il periodo in carcere, luogo in cui si converte all’Islam.

Denzel Washington personifica in tutto e per tutto Malcom X. Nei modi di camminare, di gesticolare e di fare. Grazie anche ad una notevole somiglianza, l’attore dà prova di tutto il suo talento convincendo critica e pubblico. Per la sua performance, Washington fu anche candidato come miglior attore protagonista ai premi Oscar. Una nota interessante che riguarda il film è il fatto che Malcom X è stata la prima pellicola occidentale ad essere girata alla Mecca, dietro un permesso concesso direttamente dal tribunale dell’Islam. Assieme a Spike Lee anche Alex Haley contribuì alla stesura della sceneggiatura. Infatti, egli fu un noto attivista politico con cui assieme a Malcom X scrisse la sua autobiografia.

film biografici da vedere

A beautiful mind – film biografici da vedere

La coppia Russel Crowe e Ron Howard firmano uno dei film biografici da vedere: A beautiful mind. La pellicola narra la storia del matematico e premio Nobel John Nash, il quale nonostante la sua schizofrenia divenne uno dei teorici ed economisti più importanti del secolo scorso. Il film ne ripercorre la sua vita, dall’ingresso all’Università di Princeton, al matrimonio con la moglie Alicia, fino alla candidatura al premio Nobel. È un film toccante, ricco di emozioni e commovente, arricchito da interpretazioni sublimi e da una colonna sonora importante. Il film per il suo modo dolce e semplice ricevette diverse nomination agli Oscar e vinse la statuetta come miglior film, regia, attrice non protagonista e sceneggiatura non originale.

I due protagonisti, Russel Crowe e Jennifer Connelly, diedero prova del loro talento confezionando due interpretazioni magistrali. Infatti, entrambi si calarono nella parte e, soprattutto Crowe, rese omaggio ad un personaggio poco noto ai più ma che è stato di grande importanza per l’economia mondiale. Egli infatti applicò lo studio della matematica alla teoria dei giochi, aggiudicandosi il premio Nobel per l’economia. Il film però oltre a riprendere i suoi successi lavorativi, si sofferma anche sulla sua malattia che lo portò anche a sottomettersi a cure pesanti. Nash col tempo imparò a gestire i sintomi e per più di trent’anni visse una vita serena ed in tranquillità.

film biografici da vedere

Frida – film biografici da vedere

La storia di una delle pittrici più controverse e amate del secolo scorso è raccontata nel film Frida diretto da Julie Taymore. Salma Hayek interpreta la pittrice, mentre Alfred Molina il suo amato Diego Rivera. Il film è ispirato al libro biografico scritto da Hayden Herrera, Frida: a biography of Frida Kahlo. La pellicola è quindi un riassunto di tutta la sua vita che tocca argomenti importanti, come l’eredità del suo incidente, l’amore per Diego Rivera e la sua forza di donna.

Frida Kahlo è stata una figura importante per il mondo dell’arte e non solo. Personaggio controverso per le sue ideologie e pensieri in fatto di parità di trattamento sul lavoro e nella vita privata. Frida era una donna forte corredata da una personalità altrettanto forte che conquistarono il pittore, suo mentore, Diego Rivera. Ella dovette convivere, oltre che con il lascito del suo incidente – che la portò ad anni di fermo forzato -, anche con l’amore per le donne di Diego. Il quale nonostante il matrimonio con la donna, la tradì tutta la vita.

Frida anche per questo fu presa come emblema delle femministe, come una donna che non necessita di un uomo per poter vivere. Una donna indipendente, che riesce a diventare una delle pittrici più note del suo tempo, grazie solo al suo talento. Nel ruolo di Frida vediamo Salma Hayek per il quale fu nominata anche come miglior attrice protagonista. L’attrice si è calata perfettamente nella parte, dando prova di un duro lavoro e di un talento straordinario. La pellicola nel complesso è stata accolta positivamente dalla critica e dal pubblico, che ha apprezzato come viene costruito il personaggio della protagonista.

film biografici da vedere

Il pianista – film biografici da vedere

Roman Polanski racconta la storia del pianista ebreo polacco Władysław Szpilman. Il film è basato sull’autobiografia dello stesso Szpilman, che racconta la sua esperienza di sopravvivenza all’olocausto. Dalle prime forti immagini sul bombardamento di Varsavia, allo scoppio della guerra, fino alla fuga dal ghetto e la sua sopravvivenza. Un film toccante e pieno di immagini potenti che ci illustrano l’orrore della seconda guerra mondiale e dell’olocausto. Una storia toccante e ricca di scenari commoventi contornati da una colonna sonora altrettanto emozionante. La musica infatti è la protagonista del film oltre a Szpilman, il quale riesce a sopravvivere proprio grazie ad essa. Il film ha ricevuto diverse nomination ai premi Oscar, e vinse 3 statuette: miglior regia, sceneggiatura non originale e miglior attore protagonista.

Nel ruolo del pianista troviamo un Adrien Brody in splendida forma, che confeziona una performance a regola d’arte. Dà prova del suo talento e ricostruisce un personaggio importantissimo per la storia degli ebrei polacchi e non solo. Egli è una testimonianza dell’olocausto, una figura che grazie al suo amore per la musica riesce a sopravvivere alle persecuzioni, a trovare un aggancio per la sua salvezza. Uno dei migliori film biografici da vedere nonché film sull’olocausto che ripercorre fedelmente non solo la vita del protagonista ma anche la storia dell’invasione di Varsavia. La regia sublime ricrea le ambientazioni del ghetto e dei bombardamenti, dando una perfetta idea di ciò che è successo durante la seconda guerra mondiale.

film biografici da vedere

Truman Capote – film biografici da vedere

La vera storia di Truman Capote è raccontata da Bennet Miller assieme a Philip Seymour Hoffman nel film Truman Capote – A sangue freddo. La pellicola inizia all’apice della carriera di Capote, ovvero nel periodo successivo alla vendita dei diritti per il film Colazione da Tiffany. Dopo il successo del romanzo, Capote decide di scrivere A sangue freddo,un libro documentario riguardante l’assassinio di un’intera famiglia di Holcomb. Grazie a diverse conoscenze nel campo giuridico, lo scrittore viene a conoscenza dei due assassini e riuscirà a farsi confessare la realtà dei fatti. Questa esperienza però causerà in Capote diverse insicurezze che lo porteranno a terminare la sua carriera da scrittore. Il film è una rappresentazione reale della personalità di Capote, ricca di dubbi ed insicurezze. Oltre a questo è una testimonianza della stesura del suo libro più famoso, che lo ha portato tra i grandi della letteratura americana.

Per la sua interpretazione Philip Seymour Hoffman ricevette la statuetta come miglior attore protagonista. Truman Capote – A sangue freddo è uno dei migliori film basati su una storia vera, che riporta con grande rispetto le gesta di una figura nota. Hoffman rende giustizia ad un personaggio controverso della letteratura, enigmatico e risoluto, che ha fatto la storia della cultura letteraria americana. Lo scrittore ebbe una vita difficile, segnata fin da piccolo dal divorzio dei genitori, dalle derisioni a scuola per le sue doti e per le movenze effeminate. Questa sofferenza viene riportata nei suoi romanzi e ripresa alla grande nel film a lui dedicato.

film biografici da vedere

Milk – film biografici da vedere

La vita del politico Harvey Milk è raccontata da Gus Van Sant nel film omonimo Milk. Nei panni del protagonista c’è Sean Penn. Harvey Milk è stato il primo omosessuale dichiarato ad essersi candidato e poi essere eletto per una carica politica, precisamente quella di consigliere comunale a San Francisco. Il film è una testimonianza di come venivano trattati e considerati dalle persone gli omosessuali nell’America degli anni ’60. Milk dunque non solo racconta la vita di uno dei primi attivisti della comunità omosessuale, ma anche tutte le discriminazioni e i soprusi che essi hanno dovuto subire. La pellicola si apre infatti con delle immagini vere che ritraggono la persecuzione della polizia per le strade americane.

Poi si concentra sulla figura politica di Harvey Milk, colui che ha dato inizio ai movimenti per la parità di diritti tra omosessuali ed eterosessuali. Non solo un uomo di forti capacità politiche, ma anche in grado di incoraggiare le masse e guidarle verso un nuovo inizio. Abbiamo scelto questo film biografico per il suo peso nel raccontare una storia vera riguardante l’omosessualità e tutto ciò che ne deriva. Poiché ne racconta le sfaccettature in modo toccante e convincente. Soprattutto si ricorda e si nota per la maggiore la performance di Sean Penn, che ritrae similarmente la figura di Milk in ogni suo particolare. Per questa sua interpretazione si aggiudicò il premio Oscar come miglior attore protagonista. Non solo un film biografico ma anche un film sull’omosessualità.

film biografici da vedere

The fighter – film biografici da vedere

The fighter racconta la storia dei due pugili fratellastri Micky Ward e Dicky Eklund, interpretati rispettivamente da Mark Wahlberg e Christian Bale. I due sono noti per le loro innumerevoli litigate e riappacificazioni, dovute alla poca professionalità di Dicky. Infatti, Micky, il minore, segue le orme del maggiore e intraprende una carriera da pugile diventando anche campione nella categoria dei pesi leggeri. Dicky ormai fuori dal ring allena il fratello, ma entrerà nel giro della tossicodipendenza; esperienza che lo condurrà anche in prigione. Il film quindi ripercorre la scalata al successo di Micky, tra un litigio con la madre e il fratellastro, fino all’incontro con Charlene, la quale gli aprirà gli occhi sulla sua vita.

La pellicola rappresenta una toccante storia tra fratelli, fatta di amore e odio, di bugie e verità che ha portato alla consacrazione di Bale tra i grandi di Hollywood. Infatti, per l’interpretazione di Dicky ricevette anche il premio Oscar come miglior attore non protagonista. Il film è stato accolto positivamente dalla critica che ne ha elogiato la bravura di Bale e di Melissa Leo, nel ruolo della madre di Micky. The fighter è un film dinamico e accattivante, che ritrae la storia vera di due figure dello sport americano controverse ma allo stesso tempo raffinate. Sia Dicky che Micky sono due personaggi difficili da rendere per la loro moltitudine di personalità, ma che sono stati resi alla perfezione.

film biografici da vedere

Il discorso del re – film biografici da vedere

Il discorso del re racconta la storia vera del re inglese Giorgio VI, interpretato da Colin Firth. Assieme a lui nel cast troviamo Helena Bonham Carter, nel ruolo della moglie, Geoffrey Rush, nel ruolo del dottor Lionel Logue e Guy Pierce nel ruolo del fratello re Edoardo VIII. La pellicola fa riferimento agli anni precedenti la seconda guerra mondiale, i quali sono stati di grande scompiglio per l’Inghilterra intera. Infatti, il re Edoardo VIII dopo un breve periodo al trono, decide di abdicare per seguire il suo amore oltreoceano. Gli succede così il fratello Albert, divenuto poi re Giorgio VI, il quale soffre di una forma di balbuzie che lo porta lontano dai riflettori e dai sudditi. Grazie all’intervento del dottor Lionel Logue, riuscirà a controllare la malattia e diventare un ottimo re.

Il film quindi si incentra per la maggiore sul rapporto del re Giorgio VI con il dottore eccentrico che lo metterà davanti alle sue più grandi fragilità. Affronta tematiche importanti, come la malattia, i doveri di un sovrano che non si sente tale per il popolo e i problemi familiari che intaccano anche le famiglie reali. Nel film si nota maggiormente l’interpretazione di Colin Firth, il quale dà prova del suo talento e lo consacra ai premi Oscar come miglior attore protagonista. Inoltre, Il discorso del re vinse anche la statuetta come miglior film e regia per Tom Hooper.

film biografici da vedere

The Iron lady – film biografici da vedere

Rimaniamo sempre in Inghilterra ma cambiamo carica politica. Dal re passiamo alla prima donna primo ministro inglese Margaret Thatcher. Nei panni della donna troviamo Meryl Streep, che vinse il suo terzo premio Oscar. La pellicola ripercorre la vita di Margaret Thatcher dall’infanzia fino a poco prima della guerra delle Falkland nel 1982. La sua vita viene raccontata da lei stessa, la ritroviamo anziana e affetta da una demenza senile, che l’ha costretta a ritirarsi a vita privata.

Durante i suoi racconti immagina di dialogare con l’amato marito Denis ormai deceduto da anni. Margaret rivive la sua vita con nostalgia e passione, ricordando i tempi andati e la sua carriera in politica. Margaret Thatcher era una donna carismatica e molto forte, temuta dai più grandi nomi della politica per la sua sfrontatezza. Ella ricoprì il ruolo di primo ministro negli ultimi anni della guerra fredda e durante gli anni della recessione inglese.

Con la sua politica di deregolamentazione, in particolare del settore finanziario, dei mercati del lavoro flessibili, del precariato, della privatizzazione delle aziende statali e della riduzione dell’influenza dei sindacati, portò la nazione fuori da una grave recessione. Il film dunque ritrae uno dei personaggi politici più influenti del ‘900, che è entrato nella storia per il suo essere semplicemente una donna. Non una donna qualunque, ma una donna forte ed indipendente con idee rivoluzionare. Meryl Streep dà prova per l’ennesima volta della sua bravura di attrice e della sua poliedricità di calarsi in qualunque personaggio. Un film biografico sotto ogni punto di vista, che convince critica e pubblico in sala.

film biografici da vedere

Lincoln – film biografici da vedere

Lincoln è un film diretto da Steven Spielberg sul presidente americano Abramo Lincoln. Nei suoi panni troviamo Daniel Day-Lewis, per i quali ha ricevuto anche il suo terzo premio Oscar. La pellicola si sofferma sugli ultimi anni di vita di Lincoln, mostrando le lotte per abolire la schiavitù e per far approvare il XIII emendamento. Un personaggio dunque importantissimo per la storia americana, poiché fu il primo politico a voler abolire la schiavitù e la tratta degli schiavi africani. Egli mise per la prima volta, a fine 1800, tutti gli americani sullo stesso piano, sia neri che bianchi. Gesto che gli costò la vita, in quanto fu ucciso da un sudista con idee conservatrici. Lincoln è un film biografico imponente per il suo alto budget di realizzazione che supera i 60 milioni di dollari.

La pellicola segue la vita del presidente americano soffermandosi solo in alcune scene sulla guerra civile in corso e sulle lotte per l’indipendenza dei neri. Un film che mostra la vita intima del presidente; non solo i suoi impegni politici, ma anche il rapporto con la moglie Mary, interpretata da Sally Field. Lincoln viene ripreso come uomo prima che come il presidente degli Stati Uniti. Sono mostrate le sue fragilità, i suoi dubbi e le sue paure nel dover abolire la schiavitù. Si capisce dalla pellicola che era un uomo forte, con un’ideologia altrettanto forte, che ha sfidato la morte pur di vedere il suo sogno realizzato. Tutto questo viene rappresentato magistralmente da Daniel Day-Lewis, che confeziona una performance da Oscar.

film biografici da vedere

La teoria del tutto – film biografici da vedere

La teoria del tutto è un film biografico sulla vita di Stephen Hawking interpretato da Eddie Redmayne. Il film si basa sul libro Travelling to infinity: my life with Stephen scritto dalla ex-moglie Jane. La pellicola ripercorre la vita di Stephen dagli anni universitari fino alla nomina del titolo di Cavaliere dell’Ordine Britannico. Segue la vita, il suo amore per Jane e per le stelle. Il suo studi sulla fine e l’inizio dell’universo sono famosi in tutto il mondo e grazie ad essi è diventato uno degli scienziati e cosmologi più influenti dei nostri tempi. Nel film viene affrontata anche la malattia diagnosticatagli in età giovanile, che lo ha portato sempre più verso le sue stelle. Infatti, grazie anche alla moglie Jane, riuscì a portare avanti i suoi studi e ad elaborare anche le teorie sui buchi neri.

Insomma, Stephen Hawking, morto di recente, è stato uno dei fisici teorici più importanti del ‘900. Grazie ai suoi studi sono state fatte innumerevoli scoperte scientifiche e passi avanti sullo studio dell’universo. Il vero Stephen Hawking e la moglie Jane hanno affiancato in diverse occasioni i due attori protagonisti durante le riprese. Soprattutto Redmayne è stato colpito dalla voglia di vivere di un uomo corroso dalle piaghe del tempo. Un uomo che ha dato tutta la sua vita per i suoi studi. Hawking stesso decise di concedere i diritti della sua voce sintetizzata per le parti finali del film, dato il suo notevole gradimento per la pellicola.

film biografici da vedere

American sniper – film biografici da vedere

Clint Eastwood dirige Bradley Cooper nel ruolo che lo ha reso celebre, ovvero quello del cecchino americano Chris Kyle. American sniper racconta la guerra, le vite di chi la combatte e il suo lascito nella mente dei soldati. Fa tutto questo ripercorrendo da vicino la vita del cecchino numero uno americano, dalla sua infanzia fino alla guerra in Iraq. Un uomo sconvolto dalla guerra che al momento dell’addio alle armi perde ogni sua certezza, scoprendosi vulnerabile alla vita e a chi gli sta intorno. La vita dei soldati dentro e fuori da una guerra è stata raccontata in diversi war movie, ma mai come in American sniper. Qui viene vista dall’interno, sono mostrati i rapporti interpersonali, i pensieri di un cecchino prima di sparare il colpo. Viene fatto un duro lavoro per farci entrare nella mente di chi ha combattuto e farci capire il loro stato d’animo.

La pellicola mostra immagini forti, violente e crude, come nello stile di Eastwood, con lo scopo di farci capire le mostruosità della guerra. La critica si divide in due su questo film; c’è chi lo elogia per il fatto di mostrare la guerra così com’è e tutte le sue conseguenze, e chi lo stronca. Accusando Eastwood di essere guerrafondaio. Quello che salta all’occhio è certamente la performance di Cooper che, abituato a commedie, si cala in diversi panni e convince. Gli viene affidato un ruolo complesso e difficile, ma ha saputo portare sullo schermo un argomento difficile e impegnativo, ricevendo anche la sua terza candidatura ai premi Oscar. American sniper è certamente un film biografico da vedere al di là delle critiche.

film biografici da vedere

L’ora più buia – film biografici da vedere

Dopo il film biografico su Margaret Thatcher e su re Giorgio VI torniamo in Inghilterra con la pellicola su Winston Churchill. L’ora più buia diretto da Joe Wright ed interpretato da Gary Oldman, ripercorre gli anni di primo ministro inglese di Churchill durante le prime fasi della seconda guerra mondiale. Periodo in cui il primo ministro deciderà le sorti effettive della guerra. Ovvero dichiarare guerra alla Germania di Hitler o stipulare un trattato di pace. Sappiamo tutti com’è andata la storia: Churchill non si è fatto intimorire da Hitler e guidò l’Inghilterra fuori dalla guerra. Sono anni in cui tutti gli remano contro, non lo supportano nelle scelte, perfino il suo partito è scettico di fronte alle sue idee, che però si mostreranno decisive per le sorti dell’Europa. Mettere in scena Winston Churchill durante il suo periodo più buio non è stato semplice.

Gary Oldman è stato magistrale nell’interpretare un uomo politico di un peso così importante. Per via del suo essere ancora un personaggio controverso, enigmatico, schivo e misterioso. Oldman ha reso Churchill un uomo normale, che possiede delle fragilità e dei problemi proprio come una persona comune. È consuetudine caricare di un’aurea mistica e celebrativa le cariche pubbliche e i personaggi politici. Così come abbiamo visto per Lincoln, Il discorso del re e The iron lady queste persone influenti nel mondo della politica sono prima di tutto persone normali, capaci di soffrire e avere delle debolezze. Ne L’Ora più buia viene portato alla luce il suo spirito da combattente e da rivoluzionario.

film biografici da vedere

Bohemian Rhapsody – film biografici da vedere

Parliamo ora di uno dei film più attesi dello scorso anno: Bohemian Rhapsody. Un film atteso per quanto chiacchierato che si incentra sulla vita e sulla carriera musicale di Freddie Mercury, interpretato da Rami Malek. La pellicola ripercorre gli anni della nascita della band inglese Queen fino al concerto del Live Aid del 1985 per alleviare la carestia in Etiopia. Nel film sono mostrati i primi momenti della band, da quando suonavano nei bar di Londra fino ai grandi concerti americani. Il tutto è narrato attraverso la nascita dei loro brani più famosi e la vita del frontman Freddie Mercury. In particolare, viene fatto un focus sulla sua vita, sugli amori e sulla sua sessualità. Il cantante è stato un leader per i Queen, ha trascinato la band nelle grandi case discografiche, ha scritto musiche e canzoni che sono oggi dei cult. Egli era una figura portante per la band e per la musica, che ora ha perso a seguito dell’AIDS.

Un personaggio carismatico, eccentrico ed esuberante che si è fatto notare per il suo modo di fare e di essere. Il film non ci mostra solo il personaggio musicale, il cantante, ma anche l’uomo dietro al musicista. Un uomo che è stato tradito da chi si è rivelato solo un approfittatore, un uomo che ha perso la sua strada ma che è riuscito a ritrovarla e portarla a termine. Nei suoi panni vi è uno strepitoso Rami Malek, conosciuto come protagonista di Mr. Robot, il quale veste meravigliosamente i panni di Freddie Mercury. Candidato ai prossimi premi Oscar, ha vinto il Golden Globe come miglior attore in un film drammatico.

film biografici da vedere

Vice – film biografici da vedere

Terminiamo la classifica con Vice – L’uomo nell’ombra di Adam McKay. Il film segue l’ascesa in politica di Dick Cheney, uno tra gli uomini politici americani più influenti. Egli è stato vicepresidente degli Stati Uniti d’America sotto l’amministrazione di George W. Bush. Il film racconta la sua storia e vita politica fin dal suo primo ingresso alla Casa Bianca come stagista del consulente economico Donald Rumsfeld. Da quel primo impiego scalerà i vertici della politica fino a raggiungere la nomina di vicepresidente nel 2001. Egli venne definito da molti l’uomo nell’ombra perché determinò importanti avvenimenti americani come l’invio di truppe in Iraq e in Afghanistan e l’ascesa in queste nazioni dello Stato Islamico. Un politico dunque molto criticato e giudicato per le sue azioni offensive troppo crudeli e per le prese di posizione troppo conservatrici. Molte delle sue decisioni e ideologie hanno portato allo sgretolamento della sua famiglia e a diventare un personaggio troppo controverso.

Nei panni di Dick Cheney vi è Christian Bale, che per questo film ha dovuto subire un ulteriore trasformazione fisica dando prova del suo talento. Come Rami Malek ha già vinto il Golden Globe come miglior attore in film commedia o musicale e concorre come miglior attore protagonista ai prossimi Oscar. Il film quindi vuole essere una critica alla politica di Cheney e ai suoi collaboratori, accusati di aver spinto troppo su una guerra non necessaria. Cheney ha affermato che non ha rimpianti per ciò che ha fatto nella sua carriera, forse solo per aver sfasciato la sua famiglia. Anche in questa pellicola, come quelle dedicate agli uomini e donne politici, viene mostrato cosa si cela dietro ad un personaggio politico, quali sono i suoi vizi e le sue debolezze. In particolare, in Vice si fa riferimento al suo rapporto con l’alcool e alle conseguenti malattie cardiovascolari.

film biografici da vedere

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close