Top

I migliori film da vedere su RaiPlay

Una selezione dei film presenti sulla piattaforma streaming gratuita della Rai

Da novembre 2019 il servizio streaming della Rai ha subito un’importante rivoluzione e noi vi presentiamo i migliori film da vedere su RaiPlay. A partire dai contenuti originali: il primo esperimento è stato VivaRaiPlay, lo show di Fiorello; per rendere RaiPlay competitivo come i concorrenti Netflix e Amazon Prime Video. Altra grande novità sarà la funzione Restart, che permette di tornare all’inizio del programma che si sta guardando. Non mancano nemmeno il rimando all’episodio successivo, se si tratta di serie tv, e i consigli cinematografici a misura di utente (di nuovo, Netflix docet).

Resta invariata la visione dei programmi in streaming, che permetterà a tutti gli utenti registrati di vedere programmi e produzioni Rai contemporaneamente trasmessi in tv. Così come la possibilità di rivedere i contenuti andati in onda nel palinsesto Rai. Tutto il servizio è gratuito, previa registrazione tramite un canale social o la propria mail. Dove vederlo? Sul pc, sul cellulare e sul tablet, oltre che sulla smart tv. Ma vediamo insieme alcune pellicole presenti sulla piattaforma, e che secondo la redazione sono tra i migliori film su Raiplay.

Indice

I sopra le righe – Migliori film su Raiplay

Dietro i candelabri

Dietro i candelabri è un film per la televisione del 2013, diretto da Steven Soderbergh e con protagonisti Michael Douglas e Matt Damon. Racconta la vita movimentata del pianista Liberace e la sua relazione con il giovane amante Scott Thornson, durata cinque anni. Le vicissitudini seguono i fatti realmente accaduti, dal 1977 fino al 1984. È sopra le righe perché lo sono gli stessi protagonisti. Scott ha avuto un’infanzia complicata, passando da una famiglia affidataria all’altra. Decide così di pretendere per sé una stabilità economica e una protezione paterna appena si affaccia all’età adulta. Cose che Liberace, pianista molto conosciuto e abbiente, può offrirgli. I due iniziano così un rapporto complicato, fatto di amore e condivisione, ma anche di gelosia e vanità. Tra lustrini e abiti eccentrici, parrucche cotonate e diamanti scintillanti, i due uomini si scontreranno senza esclusione di colpi (e ripicche).migliori film su raiplay

The Hateful Eight

The Hateful Eight è un film del 2015, scritto e diretto da Quentin Tarantino e interpretato, tra gli altri, da Samuel L. Jackson, Kurt Russell, Jennifer Jason Leigh e Tim Roth. La trama è questa: Wyoming; una diligenza carica il Maggiore Warren, cacciatore di taglie nero. Questo conosce ben presto John Ruth, altro cacciatore che ha fede solo nella giustizia. Il viaggio riprende ma il caratteraccio di Daisy Domergue, delinquente promessa alla forca, lo interrompe di nuovo. La sosta carica Chris Mannix, un sudista rinnegato promosso sceriffo. A causa di una tempesta di neve, sono costretti a rifugiarsi nell’emporio di Minnie, dove incontrano altri quattro sconosciuti.

Dato che sono obbligati a convivere insieme fin quando la bufera non sarà passata, John Ruth vuole conoscere le storie di ogni inquilino, per evitare brutte sorprese. Ma siamo sicuri che tutti siano chi dicono di essere? Forse non ci sarebbe nemmeno il bisogno di spiegare perché questo film è inserito nella categoria dei “sopra le righe”: basti guardare al nome del regista, famoso per amare lo splatter e le situazioni violente, raccontate con climax di angoscia e combattimenti ai limiti dell’irrealtà. The hateful eight raccoglie in una piccola baita sperduta nel gelo una manica di criminali e folli, uno più diffidente e assetato di sangue dell’altro. Perché per Tarantino risolverla a parola non è mai stata un’opzione.

Il lupo di Wall Street – Migliori film su Raiplay

Il lupo di Wall Street è un film del 2013 diretto e prodotto da Martin Scorsese. Fanno parte del cast Leonardo DiCaprio, Jonah Hill, Margot Robbie e Matthew McConaughey. Tratta della storia vera (raccontata in un’autobiografia del 2007) di Jordan Belfort, spregiudicato broker newyorkese. Un uomo che dal niente si è costruito un impero, fatto di soldi, potere, donne e ogni tipo di vizio. Sulle spalle di tutti gli investitori che hanno perso i loro risparmi in azioni fallimentari, consigliate dallo stesso Belfort.

Professionista del mestiere senza scrupoli e con una gran voglia di vivere la vita da un treno in corsa, ha a che fare con scimmie in ufficio, una moglie terribilmente sensuale ma anche tosta, e una routine segnata da droga, alcol e grandi spese. Il film si muove tra siparietti esilaranti, momenti dolorosi che sanno si solitudine. Feste grandiose in ville di lusso e periodi di estrema depressione. Un dipinto di come il potere possa cambiare una persona e la società che la circonda.migliori film su raiplay

The Paperboy

The paperboy è diretto da Lee Daniels ed è uscito nel 2012, tratto dal romanzo di Pete Dexter Un affare di famiglia. Nel cast vediamo Nicole Kidman, Matthew McConaughey, John Cusack e Zac Efron. Di cosa parla? Siamo in Florida, 1969. Il condannato a morte Hillary è in attesa di essere giustiziato per l’omicidio di uno sceriffo che aveva a sua volta ucciso sedici persone di colore. Charlotte, con lo strano feticcio dell’uomo in galera, comincia a scrivere lettere a diversi detenuti, tra i quali Hillary, e si innamora di lui. Si convince che sia innocente e decide di chiedere l’aiuto del Miami Times per indagare sul caso. Il giornale manda i suoi migliori giornalisti a indagare: Ward e Yardley. Collaborando con Charlotte, i due giornalisti si addentrano nella fitta trama degli eventi, coinvolgendo anche il fratello minore di Ward, Jack, che presto si innamora di Charlotte.

I contatti con il presunto criminale si fanno più frequenti, così come gli scontri e le situazioni pericolose. Jack lascerà che Charlotte si rovini l’esistenza con Hillary, in caso uscisse di prigione? E i giornalisti riusciranno a fare chiarezza sulle vicende del passato? Il termine “sopra le righe” si potrebbe racchiudere nel rapporto malato ed estremamente erotico tra Charlotte e Hillary. Fatto di sesso violento, botte, lettere appassionate e piatti che volano.

I Tre Moschettieri – Migliori film su Raiplay

I tre moschettieri è una pellicola del 2011 diretta da Paul W. S. Anderson. Tra gli attori che ne fanno parte, Logan Lerman, Milla Jovovich, Luke Evans e Orlando Bloom. Racconta dei tre moschettieri Athos, Porthos e Aramis, con l’amante di Athos, Milady de Winter, che devono rubare un progetto di Leonardo da Vinci. Riescono a portare a termine il colpo, però sono traditi da Milady, che si era accordata con il Duca di Buckingham e li droga rubando loro i progetti della macchina da guerra. Come punizione per aver fallito la missione, gli uomini vengono radiati dal Cardinale Richelieu dal corpo dei moschettieri.

Un anno dopo, il giovane spadaccino D’Artagnan decide di partire per Parigi per diventare moschettiere, come suo padre. Giunto a Parigi, si mette quindi in cerca dei moschettieri, per imparare da loro tutto quello che c’è da sapere sul combattimento, la lealtà e la forza di essere un uomo. La storia è ambientata nella Francia del 1600 ma conserva uno stile fresco e moderno. Complici i costumi d’epoca rivisitati, le ingegnose macchine da guerra decisamente “sopra le righe” e gli stratagemmi di Milady e Richelieu, così articolati e assurdi da dare filo da torcere ai moschettieri.migliori film su raiplay

Per farsi un piantino – Migliori film su Raiplay

Dallas Buyers Club

Dallas Buyers Club è un film del 2013 diretto da Jean-Marc Vallée, con protagonisti Matthew McConaughey e Jared Leto. Il film si svolge fra il 1985 e il 1988 in Texas ed è ispirato a una storia vera. Il rude Ron Woodroof, operaio elettricista, conduce una vita sregolata scandita da alcool, droga e sesso. A causa di un rapporto non protetto con una tossicodipendente, contrae l’HIV e, ormai in una fase conclamata dell’AIDS, gli viene dato un mese di vita. Inizialmente l’uomo non accetta la diagnosi, poiché è omofobo e pensa che la malattia sia collegabile solo all’ambiente gay. Poi però scopre la verità, e rimane isolato da famiglia e amici, poco disposti a supportarlo. Un giorno Ron incontra Rayon, transgender malata di HIV, e seppure con riluttanza accetta di formare con lei una società, la Dallas Buyers Club.

Che possa vendere le medicine agli iscritti, che pagano una retta di 400 dollari mensili per avere tutte le cure di cui hanno bisogno, ma che gli ospedali non possono fornirgli. Ben presto il club diventa molto famoso, portando con sé l’attenzione delle autorità. Questa è una storia impregnata di dolore, speranza disperata, condivisione. Parla di uomini e donne appartenenti a stili di vita e ambienti diversi, accomunate da una malattia e dalla voglia di combatterla.

La Città Proibita

La città proibita è una pellicola del 2006 diretta da Zhang Yimou e con Chow Yun-Fat e Gong Li. Appartiene alla categoria wuxia, ovvero un genere letterario cinese moderno, nato all’inizio del XX secolo e che racconta le avventure di eroi marziali della tradizione cinese. La trama è basata su un dramma degli anni ’30, ma qui l’ambientazione è la Cina medievale. Il principe Jai torna insieme al padre, l’imperatore, alla Città Proibita, dove ci sono i preparativi per la Festa di Chongyang. L’imperatrice trascorre il suo tempo ricamando dei crisantemi dal significato misterioso, e combatte una malattia incurabile tramite un intruglio pensato apposta per lei. Con il ritorno di Jai cominciano ad avvenire stranissimi fatti: l’imperatore ordina al medico imperiale di inserire nel rimedio dell’imperatrice un ingrediente nuovo, il fungo nero di Persia, di cui due grammi al giorno per due mesi farebbero perdere le facoltà mentali.

Inoltre Chan, la figlia di Jiang, ha una relazione segreta con Wan, primogenito dell’imperatore e di un’altra donna, la sua prima moglie. Questi sono solo alcuni esempi dei drammi ai quali vanno incontro i protagonisti. Travolti da passione, vendetta, solitudine e rabbia. Ognuno, con i propri demoni interiori e un fuoco che non può controllare, abita la misteriosa Città Proibita, così come lo spettatore, immerso in un affascinante quanto crudele quadro orientale.migliori film su raiplay

Qualcosa di buono – Migliori film su Raiplay

Qualcosa di buono è un film del 2014 diretto da George C. Wolfe, con Hilary Swank e Emmi Rossum. Si tratta dell’adattamento cinematografico del romanzo You’re Not You scritto da Michelle Wildgen. Kate è una pianista a cui viene diagnosticata la sclerosi laterale amiotrofica. Suo marito Evan la accudisce in ogni aspetto, ma non potendo lasciare il suo lavoro, con l’avanzare della malattia deve trovare qualcuno che si occupi di sua moglie quando lui non c’è. È qui che entra in gioco Bec, studentessa del college che sogna di fare la cantante, e che per guadagnare qualcosa si offre per il lavoro.

Kate vede qualcosa di speciale in Bec, e nonostante la ragazza sia totalmente inesperta e non sempre affidabile, la sceglie come sua aiutante. Una storia che affronta il tema della malattia con delicatezza ma anche estrema forza, tramite la non accettazione di chi si ritrova ad essere malato e bisognoso di cure da un momento all’altro. Tramite l’approccio apparentemente naif ma estremamente sentito della giovane studentessa. E attraverso i messaggi disseminati tra le righe, che parlano di speranza e amore, anche quando sembra non esserci più nulla.

Una Promessa

Una promessa è un film del 2013 diretto da Patrice Leconte, e basato sul romanzo Il viaggio nel passato di Stefan Zweig. Il cast è formato da Rebecca Hall, Alan Rickman e Richard Madden. Siamo nella Germania dei primi ‘900. Friedrich Zeitz, un giovane ingegnere di umili origini appena laureato, viene assunto nell’azienda siderurgica del magnate Hoffmeister. In breve tempo conquista la fiducia del proprietario, e diventa il suo segretario personale. Quando le condizioni di salute di Hoffmeister peggiorano, Friedrich Zeitz si trasferisce a casa Hoffmeister per agevolare il lavoro. È qui che il giovane conosce la moglie del capo, Charlotte, una donna affascinante e molto più giovane del marito. Lui si innamora subito di lei ma lotta con i suoi sentimenti, pensando di non essere corrisposto.

Proprio quando i due dichiarano finalmente il proprio amore, Friedrich deve lasciare il paese per rappresentare Hoffmeister in Messico. Lo scoppio della prima guerra mondiale lo tiene lontano dalla Germania per molto tempo, ostacolando così un amore che sembrava destinato a non perdersi mai. La classica storia della relazione amorosa impedita dalla lontananza e da un “terzo incomodo”, che tuttavia riesce sempre a toccarci il cuore e a farci fare il tifo per la coppia di innamorati. Sperando che nonostante tutto e tutti, possano ancora avere una chance.migliori film su raiplay

Suite Francese – Migliori film su Raiplay

Suite francese è una pellicola del 2014 diretta da Saul Dibb, basata su una parte del romanzo omonimo di Irène Némirovsky. Fanno parte del cast Michelle Williams, Kristin Scott Thomas e Matthias Schoenaerts. La trama è la seguente: durante la Seconda Guerra Mondiale Lucille Angellier vive assieme alla prepotente suocera in un piccolo paese della campagna francese. La donna attende notizie del marito, che non ha mai veramente amato, partito per la guerra e finito prigioniero dei tedeschi. Lucille trova conforto nel suo pianoforte.

La vita della tranquilla cittadina viene sconvolta dall’occupazione dei nazisti e Lucille incontra l’affascinante tenente tedesco Bruno von Falk, assegnatole come ospite nella sua abitazione. Nonostante le iniziali resistenze di lei, i due sembrano molto simili e si attraggono senza poter resistere. Nasce così una tormentata storia d’amore, ostacolata dalla guerra, dai loro status di appartenenza e dalla difficoltà di amare. Dietro una guerra che distrugge e corrompe, la storia ci parla della forza di un amore che oltrepassa le diversità e riesce a vincere ogni volta.

I grandi classici – Migliori film su Raiplay

La Principessa Sissi

La principessa Sissi è un film del 1955 diretto da Ernst Marischka e con protagonisti Romy Schneider e Karlheinz Böhm. La storia è la vita, romanzata, dell’imperatrice austriaca Elisabetta di Baviera, che si racconta dalle prime esperienza a corte, appena sedicenne, all’età adulta. Il tutto, nell’arco di una trilogia, composta anche da Sissi, la giovane imperatrice e Sissi – Il destino di un’imperatrice. È un grande classico perché chiunque ne ha sentito parlare o ha visto almeno qualche scena di una delle tre pellicole. Si tratta forse di uno dei primi casi in cui un gran numero di spettatori si sia appassionato alle vicende di un personaggio storico, diviso tra seguire il suo cuore e i dogmi della sua posizione nobiliare.

Sissi è stato anche il personaggio che per certi versi ha “fuso” la sua identità con quella dell’attrice che l’ha interpretata innumerevoli volte, oltre alla trilogia, ovvero la Schneider. L’imperatrice austriaca ci mostra la purezza di un amore e la bellezza della gioventù. La determinazione a seguire i propri sogni e il coraggio di superare i momenti di sconforto. Una storia da recuperare se ci si vuole immergere in una favola romantica, e se si è nostalgici del cinema che fu.

Bel Ami – Storia di un Seduttore

Bel Ami – Storia di un seduttore è un film del 2012, diretto da Declan Donnellan e Nick Ormerod. Nel cast, Robert Pattinson, Uma Thurman e Christina Ricci. Tratto dal celebre romanzo di Guy de Maupassant, racconta le vicende del giovane affascinante Georges Duroy, in una Parigi del 1800. Con l’obiettivo di arrivare ai vertici della società francese con la via più rapida possibile, intraprende molte relazioni con una serie di donne. Sposate, appena maggiorenni, vedove. Tutte benestanti e influenti in società. Il suo charme riuscirà ad aprirgli le porte della carriera giornalistica, passando tra amore e tradimenti. Grazie alla figlia ancora bambina di una delle donne, gli verrà dato l’appellativo di Bel Ami, che tutte poi utilizzeranno.

È un classico per la fama della storia che ha portato sullo schermo, conosciuta ai più. Un po’ Dorian Gray, un po’ Casanova, il seduttore vanesio ed egocentrico della Francia diventa il simbolo dell’arrampicatore sociale e dell’uomo disposto a tutto pur di raggiungere i propri obiettivi. Vale la pena vederlo per l’ambientazione e i costumi, e per recuperare un po’ di storia letteraria con la “scorciatoia” del film.

L’Amore ai Tempi del Colera – Migliori film su Raiplay

L’amore ai tempi del colera è una pellicola del 2007 diretta da Mike Newell. Si tratta dell’adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo di Gabriel García Márquez, e racconta la tormentata storia d’amore tra Florentino Ariza e Fermina Daza, interpretati da Javier Bardem e Giovanna Mezzogiorno. Amore che resiste a cinquant’anni di lontananza e ostacoli, dal 1879 al 1930. Florentino è un giovane poeta che lavora come telegrafista, e viene incaricato di consegnare un telegramma alla famiglia Daza, appena arrivata in città. Quando giunge a destinazione, Florentino incontra per la prima volta Fermina e ne rimane folgorato. Il ragazzo così inizia a scambiarsi frequenti lettere con lei, che sembra provare la stessa passione per lui.

Ma quando il padre di Fermina scopre il loro rapporto epistolare, decide di dividerli, sperando in qualcosa di meglio per la sua unica figlia. La manda così a vivere con la cugina. Passano gli anni, e mentre il paese è sconvolto dalla Guerra Civile e dal colera, i due non smettono di pensarsi e di desiderare un ricongiungimento. Un classico perché deriva da un romanzo celebre ma anche per l’impostazione della storia: due innamorati ostacolati dalla vita, che però non si arrendono mai e si cercano fino in capo al mondo.

Suspiria

Suspiria è un film del 1977, diretto da Dario Argento, e ispirato al romanzo Suspiria De Profundis di Thomas de Quincey. È interpretato da Jessica Harper e Stefania Casini. Susy Benner è una brillante studentessa di danza classica, intenzionata a migliorarsi attraverso la sua iscrizione alla prestigiosa Accademia di danza di Friburgo. La ragazza arriva di fronte alla scuola e incrocia un’altra ballerina, Pat, che sembra fuggire atterrita dall’edificio, urlando e piangendo. A Susy viene negato il permesso di entrare, così si deve riparare in città. Nel frattempo Pat viene massacrata da una misteriosa figura, e presto tutto il corpo di ballo viene a conoscenza dei terribili fatti.

 

Il problema? A nessuno sembra spaventare la cosa, e il fuoco per la danza riprende subito ad incendiare le ballerine. Compresa Susy, che finalmente ha iniziato a frequentare le lezioni e a conoscere le insegnanti, ambigue e molto severe. Chi non avesse conosciuto il film di Dario Argento, avrà sicuramente avuto modo di vedere la versione più recente di Luca Guadagnino, che ripercorre la stessa storia orrorifica e angosciante. Un “must” per gli appassionati di horror e del regista italiano.migliori film raiplay

Il Nome della Rosa – Migliori film su Raiplay

Il Nome della Rosa è un thriller italo-franco-tedesco del 1986, diretto da Jean-Jacques Annaud e con Sean Connery. La storia è tratta dall’omonimo romanzo di Umberto Eco, e viene raccontata da un frate anziano, Adso da Melk, che ripercorre i suoi primi anni di noviziato, nei primi del 1300. Ospite di un’abbazia benedettina in Piemonte, sotto la protezione del mentore Guglielmo da Baskerville. Ben presto accadono terribili omicidi e Guglielmo è incaricato di indagare. A lui il compito di rassicurare i religiosi dell’abbazia, spaventati dal maligno che secondo loro sta causando questi decessi misteriosi.

Guglielmo però crede che l’assassino si trovi, in realtà, all’interno della struttura. Sta a lui e al suo protetto scoprire la verità nascosta. Un autore celebre come Eco e una storia altrettanto conosciuta come questa non ci fanno nemmeno mettere in discussione il motivo per cui Il nome della rosa si trovi nella categoria dei “grandi classici”. Anche se ricordiamo che gli incassi fruttarono decisamente di più in Europa, rispetto all’America, e che la critica non fu sempre a favore della pellicola.

Diverso da chi? – Migliori film su Raiplay

The Imitation Game

The Imitation Game è un film del 2014 diretto da Morten Tyldum, con protagonista Benedict Cumberbatch nei panni del matematico e crittoanalista Alan Turing. La pellicola è l’adattamento cinematografico della biografia di Turing, scritta da Andrew Hodges. Siamo nel periodo della Seconda Guerra Mondiale, e il matematico Alan Turing decide di mettere le proprie capacità al servizio del governo della Gran Bretagna. L’obiettivo è far terminare il conflitto il prima possibile, collaborando ad un’operazione segreta che riesca a decifrare dei messaggi nazisti in codice. L’uomo idea la macchina Enigma, che possa leggere in modo veloce e matematico questi messaggi.

Decifrare i codici della Enigma è una missione ritenuta impossibile da chiunque, e per ognuno di essi ci sono mille possibili chiavi di lettura. Ad ostacolare ulteriormente le cose, i tedeschi cambiano la chiave di codificazione ogni 24 ore. Questa è la storia di un uomo schivo e solitario ma estremamente intelligente e geniale, che tramite determinazione e coraggio vuole raggiungere un obiettivo ritenuto irrealizzabile. Candidato a diverse categorie agli Oscar 2015 e vincitore di altrettanti riconoscimenti cinematografici, è diventato uno dei quei film perfetti per comprendere la diversità. Storici, emozionanti, istruttivi e con un super cast.migliori film su raiplay

Wonder

Wonder è un film del 2017 diretto da Stephen Chbosky. Fanno parte del cast Jacob Tremblay, Julia Roberts e Owen Wilson. La storia è tratta dal libro omonimo di R. J. Palacio e racconta di Auggie Pullman, un bambino di 10 anni con una malformazione al cranio e al viso, causate dalla sindrome di Treacher Collins. Questa menomazione gli rende la vita difficile e diversa da quella dei suoi coetanei, nonostante gli sforzi della famiglia, che tramite sacrifici gli ha pagato 27 interventi chirurgici. Il piccolo non è mai andato a scuola in vita sua per il timore di un rifiuto sociale, ma quando deve iniziare la prima media, i genitori credono sia opportuno fargli vedere la “vita vera”.

Wonder parla di quelle meraviglie nascoste al mondo, ma che crescono e vivono sottopelle, e sono fatte di emozioni, amore e comprensione. Come Auggie, che è solo un bambino che dovrebbe pensare a giocare e andare bene a scuola. E invece ha paura a mostrare il suo aspetto e a coltivare l’autostima. Quando i bambini sono vittima di emarginazione sociale e sono costretti ad affrontare problemi di salute ai quali non dovrebbero nemmeno badare, è inevitabile che la loro storia triste faccia scendere una lacrimuccia.

Lazzaro Felice – Migliori film su Raiplay

Lazzaro felice è un film di produzione italiana del 2018, diretto da Alice Rohrwacher. Nel cast troviamo Adriano Tardiolo, Alba Rohrwacher e Nicoletta Braschi. Di cosa parla? Lazzaro è un giovane contadino del Lazio, sempliciotto e dal cuore buono. Vive la sua vita in pace col mondo e mettendosi a disposizione di tutti. La sua nobiltà d’animo viene però sfruttata dagli altri contadini e da Tancredi, figlio della marchesa Alfonsina De Luna. La marchesa è una donna tosta e intimidatoria, e il figlio non è da meno: obbliga infatti Lazzaro ad aiutarlo a organizzare il suo stesso rapimento. Dopo una serie di eventi infelici, i contadini si ritrovano a lavorare in centro città, così come Lazzaro che, grazie ad una conoscenza, va a vivere in un serbatoio in disuso.

Purtroppo la sfortuna del giovane non è ancora destinata a finire, e Tancredi tornerà nella sua vita molto presto. Questo film racconta l’esistenza di un ragazzo che rappresenta tutte quelle persone dal cuore d’oro, sempre disposte ad aiutare il prossimo. Che però non vengono mai ringraziate e riconosciute come indispensabili. Il triste destino dell’ingenuo e del troppo buono, e la risposta di una società che sfrutta, inganna e incattivisce. L’epilogo del film poi colpisce per l’estrema durezza delle scene.migliori film su raiplay

3 Generations – Una Famiglia Quasi Perfetta

3 Generations – Una famiglia quasi perfetta è un film del 2015, per la regia di Gaby Dellal e con protagoniste Elle Fanning, Susan Sarandon e Naomi Watts. Tratta della storia di Ramona, ragazza adolescente che però sente di essere nata nel corpo sbagliato; vorrebbe così cambiare sesso, ma non è una scelta semplice, soprattutto se si è nel periodo già tormentato dell’adolescenza. Chiede ai genitori il consenso per cominciare ad assumere le medicine, e avvicinarsi al suo alter ego maschile Ray. La madre è d’accordo, ma il padre non vive più con loro da anni e non è facile da reperire.

Nel frattempo la nonna, lesbica, non comprende l’esigenza della ragazza di cambiare sesso quando può vivere le sue relazioni anche nel corpo di ragazza. Una storia importante, che commuove e spinge l’acceleratore sulle emozioni. Difende l’idea che ognuno debba essere come si sente dentro, senza avere paura del giudizio delle persone e della verità che abbiamo dentro. Si parla di amore per se stessi e per la propria famiglia, di omofobia e felicità, attraverso il racconto di tre generazioni. Diverse ma per certi versi uguali.

Mortdecai – Migliori film su Raiplay

Mortdecai è un film del 2015 diretto da David Koepp, con protagonisti Johnny Depp e Gwyneth Paltrow. La pellicola è basata su quattro romanzi di Kyril Bonfiglioli, con protagonista Charlie Mortdecai. Quest’uomo non ha un’ottima reputazione, è un seduttore e un ciarlatano molto abile, e per questo si è creato una schiera di nemici che lo vogliono eliminare. Si intende di opere d’arte di dubbia provenienza, che rivende a figure losche e poco raccomandabili. A causa di un debito col fisco inglese, è costretto dall’MI5 ad indagare sulla morte di una restauratrice di quadri e sulla sparizione di un prezioso dipinto di Goya.

La missione è piuttosto rischiosa, dato che con ogni probabilità il dipinto contiene codici segreti di un conto corrente, in cui ci sarebbe una grande quantità di denaro criminale. Riuscirà Mortdecai a portare a termine l’obiettivo? Si tratta di una storia divertente e movimentata, che racconta quanto Charlie sia diverso dagli altri esperti d’arte ma anche dagli altri uomini. Doppiogiochista e incoerente, estremamente abile ma anche un po’ impacciato, parla di sé e delle sue vicende istrioniche.migliori film su raiplay

Tags

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close