Film da vedereTop

Film Parodia: i migliori dagli anni ’70 ai giorni nostri

Ecco una lista dei migliori film parodia per divertirsi con tutti!

Ifilm parodia sono una branca delle pellicole comiche o delle commedie. Tutte si basano su delle opere già esistenti, spesso di culto o comunque molto famose. Riprendono anche, nella maggior parte dei casi, delle imitazioni di scene chiave di tali produzioni, modificate con gag molto ironiche. Il cast è spesso composto da attori specializzati, ma a volte sono presenti nomi di spicco. Nella maggior parte dei casi questi film non vengono particolarmente apprezzati dalla critica, ma sono diventati, nel corso del tempo, delle perle imperdibili per gli amanti del genere. I film parodia inoltre possono variare nei sottogeneri interni, presentando sfumature a volte erotiche, altre demenziali.

Negli anni l’interesse e la valorizzazione di queste pellicole sono aumentati considerevolmente, tanto che le uscite annuali si sono quasi moltiplicate. Qui alcuni tra i titoli davvero imperdibili, come Frankestein Junior e Mars Attack! Ecco quindi i migliori film parodia dagli anni ’70 a oggi!

Indice:

Film parodia – Anni ’70 e ‘80

Ultimo tango a Zagarol (1973)

film parodia

Iniziamo questa top sui film parodia con una produzione italianissima. Nando Cicero, noto attore e regista collaboratore di Visconti e Rossellini, dirige un cast ricchissimo nella reinterpretazione di un classico di Bernardo Bertolucci, Ultimo Tango a Parigi. In questa versione il protagonista è Franco, interpretato da un magnifico Franco Franchi. L’uomo viene costretto da sua moglie a ristrettezze economiche e di viveri, in modo da poter accudire il suo amante, nascosto nella loro soffitta. Ormai arrivato al limite decide quindi di andarsene e iniziare una nuova vita, che si concretizza nell’incontro con una ragazza dai gusti erotici bizzarri.

Il cast è di altissimo livello, cominciando da Franco Franchi, in una delle sue interpretazioni migliori. Inoltre sono presenti Martine Beswick, Nicola Arigliano, Franca Valeri e Gina Rovere. Il destino di questo film parodia è particolare quanto inusuale. Acclamato dalla critica, ha colpito personalità importanti d’oltreoceano, come Francis Ford Coppola e Robert De Niro.

Frankenstein Junior (1974)

film parodia

Il re indiscusso della commedia e soprattutto della parodia, Mel Brooks, dirige una pellicola tra le più conosciute e amate di sempre, diventata a tutti gli effetti un culto per tutti. La trama riprende l’opera di Mary Shelley, ma soprattutto le trasposizioni cinematografiche precedenti. Anche in questo caso il film ha riscosso un enorme successo di pubblico, ma anche di critica, diventando un capolavoro a tutti gli effetti. Brooks ingaggia alcuni tra i migliori attori dell’epoca, primo tra tutti Gene Wilder, anche co-autore di soggetto e sceneggiatura. La trama riprende le vicende del mostro Frankenstein, ma le modifica totalmente, connotandole in modo ironico e comico.

Oltre al già citato Gene Wilder, ormai celeberrimo, il cast vede Peter Boyle, un immenso Marty Feldman, Cloris Leachman, Teri Garr e Gene Hackman. Considerata una delle migliori commedie americane di sempre, vanta diversi riconoscimenti importanti. Tra tutti due candidature agli Academy Awards, due ai Golden Globes e cinque Saturn Awards vinti.

Film Parodia – Mezzogiorno e mezzo di fuoco (1974)

film parodia

Lo stesso anno di Frankenstein Junior l’incontenibile Mel Brooks dirige ancora una volta Gene Wilder in un altro film parodia, questa volta ispirato al mondo del western. Il titolo italiano si riferisce clamorosamente al capolavoro di Fred Zinnemann Mezzogiorno di fuoco, contrariamente al titolo originale Blazing Saddles. A metà degli anni Ottanta, nonostante chiari anacronismi riferibili al decennio precedente, si presentano dei problemi nella costruzione di una ferrovia, dovuti a delle sabbie mobili. Il procuratore Hedley Lamarr decide quindi di speculare sul problema comprando la zona limitrofa, ma non può farlo perché è abitata. Il film ripercorre i suoi tentativi di allontanare i cittadini, tutti senza successo.

Il cast comprende Cleavon Little, Harvey Korman, Burton Gilliam, John Hillerman, il già citato Gene Wilder e lo stesso Mel Brooks, che interpreta tre personaggi diversi. Il film, a differenza di Frankenstein Junior, non ha riscosso particolare successo dalla critica, ma è stato molto apprezzato dal pubblico. La pellicola è comunque riuscita a strappare tre candidature agli Oscar e due ai BAFTA.

L’aereo più pazzo del mondo (1980)

film parodia

Il trio di registi Zucker-Abrahams-Zucker, composto da Jim Abrahams e i fratelli David e Jerry Zucker, dirige un film parodia molto apprezzato, nonostante non sia tra i più conosciuti. Il lavoro riprende la serie di pellicole Airport e il classico Ora zero, trasformandoli e costruendo una commedia considerata tra le migliori di sempre in America. Il protagonista è l’ex pilota Ted Striker, ormai terrorizzato dall’idea di volare. La sua fobia verrà però risolta per riconquistare la sua ex ragazza, Elaine Dickinson, una hostess di volo. Il film ha l’andamento tipico di una commedia comica, ma piano piano le citazioni e gli omaggi si palesano, esternando il genere parodico. È presente anche un sequel, uscito due anni dopo, chiamato L’aereo più pazzo del mondo… sempre più pazzo.

Il cast vede Robert Hays nel ruolo del protagonista, accompagnato da Julie Hagerty, Lloyd Bridges, Peter Graves, Kareem Abdul-Jabbar e Jonathan Banks. Grazie a questo film, inoltre, la carriera di Leslie Nielsen riprende nuovamente vigore. La pellicola è stata acclamata sia dal pubblico che dalla critica.

Una pallottola spuntata (1988)

film parodia

Otto anni dopo il successo de L’aereo più pazzo del mondo, David Zucker dirige l’ormai iconico Leslie Nielsen in una commedia parodica tra le più famose di sempre. Il progetto, in realtà, deriva dalla serie TV Quelli della pallottola spuntata, sceneggiata dallo stesso Zucker con Jim Abrahams, Jerry Zucker e Pat Proft. La trasposizione cinematografica apre la strada ad un ricco franchise composto da tre film. I sequel sono rispettivamente Una pallottola spuntata 2½ – L’odore della paura, uscito nel 1991 e Una pallottola spuntata 33⅓ – L’insulto finale, uscito nel 1994. La trama ruota attorno alle vicende del tenente Frank Drebin, uomo maldestro e piuttosto distratto, costretto ad indagare su casi molto più grandi di lui.

È evidente il carattere parodistico fin dall’inizio del film. Nel mirino ci sono naturalmente le pellicole poliziesche, caricaturate e mescolate con la commedia e con il genere del slapstick, caratterizzato da una recitazione evidente e dall’esagerazione del linguaggio del corpo. Il cast, oltre a Nielsen, vede protagonisti Priscilla Presley, Ricardo Montalbán, George Kennedy e O. J. Simpson.

I migliori film parodia – Anni ‘90

Hot Shots! (1991)

film parodia

Gli anni Novanta si aprono con una vera perla del cinema parodistico, non particolarmente apprezzato dalla critica ma diventato un film di culto per gli appassionati del genere. Il sempreverde Jim Abrahams ingaggia un gruppo di attori importanti per costruire una pellicola divertente e interessante. Il protagonista è il tenente Topper Harley, un pilota della US NAVY congedato, che tuttavia torna in azione date le sue strabilianti capacità. A seguirlo nel suo percorso la psicologa Ramada Thompson, che vuole assicurarsi della sua lucidità mentale. Nel frattempo Harley deve anche fare i conti con Kent Gregory, un suo collega con il quale ha più di un conto in sospeso. La pellicola è una chiara parodia di Top Gun, cult con Tom Cruise, ma prende di mira anche altre produzioni importanti come Cocktail, Il colore dei soldi, Rocky e Via col vento.

Il protagonista è Charlie Sheen, il quale ha costruito la sua carriera sul genere comico e della parodia. Ad affiancarlo l’italianissima Valeria Golino, Cary Elwes, Lloyd Bridges, Kevin Dunn e Jon Cryer, con il quale Sheen ha collaborato per la realizzazione della serie Due uomini e mezzo. La pellicola ha un sequel, chiamato Hot Shots! 2, uscito nel 1993.

Robin Hood – Un uomo in calzamaglia (1993)

film parodia

Ancora una volta: Mel Brooks. Il re della commedia gira a inizio anni Novanta un altro cult della sua filmografia costellata di successi. Il titolo si rifà ovviamente alla celeberrima storia dell’eroe di Nottingham, completamente stravolta. La più grande ispirazione viene dalla pellicola di soli due anni prima Robin Hood – Il principe dei ladri, ma ci sono riferimenti anche ad altre opere molto diverse, come Il Padrino e Mezzogiorno di fuoco. Brooks fa poi un’autocitazione, lasciando intravedere anche il suo lavoro La pazza storia del mondo. Il suo Robin è naturalmente molto più caratterizzato e assurdo, e le vicende seguono il filone della parodia, per esempio salvando un ragazzo di colore di nome Etcì, figlio di Starnit, passando anche dal servitore cieco Bellosguardo.

Nonostante non sia stato accolto positivamente come le sue produzioni precedenti, il film parodia di Mel Brooks viene ricordato oggi come uno dei più divertenti del genere. Complice anche l’ottima interpretazione degli attori, a partire dal protagonista Cary Elwes. Ad accompagnarlo Roger Rees, Amy Yasbeck, Dave Chappelle, Isaac Hayes, Eric Allan Kramer e Tracey Ullman.

I migliori Film Parodia – Mars Attack! (1996)

film parodia

Senza ombra di dubbio il film parodia più famoso di sempre, insieme a Frankenstein Junior. Il maestro Tim Burton chiama a raccolta un cast stellare, pieno di star hollywoodiane molto acclamate. E lo fa ingaggiandoli in un film dalla scrittura fine, delicata e molto divertente. Ispirato da una serie di figurine sci-fi molto famose negli anni Sessanta, Burton parla di alieni particolari, dai comportamenti bizzarri, ma anche di politica e attualità, in maniera molto raffinata.

Senza dubbio le ispirazioni più grandi gli sono arrivate dal filone fantascientifico degli anni Cinquanta, soprattutto dal filone secondario (o di serie B). La critica si è divisa sul film, soprattutto data l’uscita contemporanea di Indipendence Day, molto simile sul fronte delle tematiche. Il cast vede spiccare, tra tutti, Jack Nicholson, Pam Grier, Glenn Close, Annette Bening, il cantante Tom Jones, Pierce Brosnan, Sarah Jessica Parker, Natalie Portman, Michael J. Fox, Danny DeVito e Jack Black.

Austin Powers (1997)

film parodia

All’epoca emergente, il regista e produttore Jay Roach dirige un film parodia che prende ispirazione dai personaggi di Mike Myers, autore del soggetto e della sceneggiatura. L’intera pellicola (e l’intero franchise) sono una chiara imitazione caratterizzata dei film polizieschi, in particolare dell’agente segreto James Bond, soprattutto nelle prime versioni interpretate da Sean Connery. Inoltre viene preso di mira anche il film Il nostro agente Flint, con James Coburn. Il protagonista è Austin Powers, un ragazzo ossessionato dalla moda che di giorno fa il fotografo e di notte diventa una spia al servizio della Regina.

Il film è un azzardo, dato che in precedenza non era mai stato fatto niente di simile. E, nonostante abbia decisamente diviso la critica, il pubblico l’ha apprezzato moltissimo, facendolo diventare un cult in pochissimi anni. Il film ha due seguiti, uno datato 1999 e l’ultimo uscito nel 2002. Il cast vede la presenza di Mike Myers nel ruolo del protagonista, accompagnato da Elizabeth Hurley, Michael York, Seth Green, l’italiana Fabiana Udenio, Will Ferrell, Carrie Fisher e Tom Arnold.

Scary Movie (2000)

film parodia

Con l’avvento del nuovo millennio l’intero mondo del cinema è rimasto positivamente colpito dall’uscita di un caposaldo del genere parodia. Con Scary Movie cambia tutto, costituendo una svolta epocale nella produzione e fruizione dei film horror. L’attore, regista e sceneggiatore Keenen Ivory Wayans dirige una sceneggiatura scritta a sei mani, piena zeppa di riferimenti e omaggi palesi e spesso esplicitati ai più importanti film horror e thriller scritti fino a quel momento. Scary Movie è il capostipite di un franchise molto ricco e fortunato, composto da cinque pellicole totali. In questo caso la trama ruota attorno ad un gruppo di amici che hanno a che fare con un pericoloso serial killer, dopo aver ucciso per sbaglio un uomo circa un anno prima.

Il cast, che si mantiene per quasi tutte le pellicole, vede coinvolti Anna Faris, Dave Sheridan, Jon Abrahams, Regina Hall, Marlon Wayans, Carmen Electra e lo stesso Keenen Ivory Wayans in un piccolo cameo. Anche James Van Der Beek, protagonista di Dawson’s Creek, partecipa in un cameo. La pellicola ha ricevuto numerose candidature prestigiose, ed è entrata di diritto nell’immaginario collettivo di milioni di cinefili in tutto il mondo e di tutte le età.

I film parodia dei primi anni Duemila

Non è un’altra stupida commedia americana (2001)

film parodia

Diretto da Joel Gallen e dal titolo originale Not Another Teen Movie, è un film parodia delle commedie adolescenziali, molto in voga a quell’epoca. Principalmente, infatti, fa ironia su pellicole come Kiss me, American Pie, Porky’s, Breakfast Club, Grease e perfino American Beauty. La trama racconta le vicende di Jake Wyler e Janey Briggs, due compagni di college. Il primo decide di fare una scommessa con un suo amico e trasformare la seconda, una ragazza apparentemente bruttina, in reginetta del ballo. Il tentativo porta a delle conseguenze inaspettate, proprio come nella maggior parte delle pellicole parodiate.

Il cast vede nomi come quello di Chyler Leigh, Chris Evans, Jaime Pressly, Eric Christian Olsen, Mia Kirshner, Mr. T e Josh Radnor. La pellicola ha collezionato diverse candidature agli MTV Movie Awards e ai Teen Choice Awards. Inoltre la colonna sonora vanta diverse track importanti, di artisti del calibro di Marilyn Manson, System of a Down, Smashing Pumpkins, Good Charlotte, Foo Fighters e Muse.

L’alba dei morti dementi (2004)

film parodia

Uno degli ultimi geni contemporanei, Edgar Wright, scrive e dirige una pellicola capostipite di una trilogia, chiamata Trilogia del Cornetto, che comprende anche Hot Fuzz e La fine del mondo. L’opera, come denota anche il titolo, rappresenta una parodia del filone zombie, in particolare del lavoro di George A. Romero. Il film, nella parte iniziale, sembra quasi essere un dramma, in quanto racconta la vita del protagonista, Shaun, la quale sta cadendo a pezzi. Tuttavia l’entrata in scena degli zombie cambia tutto. Questi sono palesemente caricaturati e ridicolizzati, con un chiaro intento di divertire.

La pellicola del regista di Baby Driver ha entusiasmato non solo il pubblico, che ben presto l’ha fatto diventare un cult del genere, ma anche la critica, e in particolare esperti del settore come lo stesso Romero, Quentin Tarantino, Peter Jackson e Stephen King. Vincitore del premio per la migliore sceneggiatura ai British Independent Film Awards, vede anche una sua versione a fumetti. Il cast comprende Simon Pegg, Nick Frost, Lucy Davis, Bill Nighy e Martin Freeman.

Hot Fuzz (2007)

film parodia

Secondo capitolo della Trilogia del Cornetto, Hot Fuzz, contrariamente al suo predecessore, costituisce una parodia dei film d’azione, sempre tra i più visti e apprezzati nella storia del Cinema. Il protagonista è Nicholas Angel, il miglior poliziotto dell’intera Londra. Preso di mira dai suoi colleghi, in quanto invidiosi, è costretto a trasferirsi in una piccola cittadina, in cui viene deriso da tutto il distretto per la sua estrema devozione al lavoro. Le sorti di Nicholas, tuttavia, cambiano nel corso della pellicola, costellata di citazioni e omaggi, come quelli a Bad Boys e Point Break.

Il film di Edgar Wright conferma il suo genio e il suo apprezzamento da parte di pubblico e critica. Molti personaggi di lustro, come Cate Blanchett, Peter Jackson, Jim Broadbent e Joseph McManners hanno esplicitamente chiesto di partecipare, anche solo in un cameo dato il loro apprezzamento per il lavoro di Wright. Il cast comprende anche Simon Pegg, Nick Frost, Timothy Dalton, il premio Oscar Olivia Colman e David Bradley.

Disaster Movie (2008)

film parodia

Come suggerisce il titolo, la fortunata coppia formata da Jason Friedberg e Aaron Seltzer dirige una pellicola che prende di mira i film catastrofici, sempre di grande apprezzamento. Tuttavia non si limita a quelli, ma riunisce diversi omaggi alla stagione cinematografica precedente e alle icone della cultura pop, come Zac Efron, Amy Winehouse, Ashley Simpson, Miley Cyrus, Selenza Gomez, Javier Bardem e molti altri. Nel complesso, Disaster Movie conta più di un centinaio di citazioni, rompendo un vero e proprio record. La trama ruota intorno a Will, un bel ragazzo di sedici anni che decide di organizzare una mega festa per il suo compleanno. I suoi piani, però, vengono sconvolti da una catastrofe che coinvolge tutta la popolazione mondiale.

Il cast vede Matt Lanter nel ruolo di protagonista, affiancato da Vanessa Minnillo, Nicole Parker, Kim Kardashian e Carmen Electra. Il film ha ricevuto pareri piuttosto negativi da parte della critica, che l’ha sostanzialmente stroncato. Esso è tuttavia importante nel panorama dei film parodia, in quanto ne è uno degli esempi più evidenti.

3ciento – Chi l’ha duro… la vince (2008)

film parodia

Per Jason Friedberg e Aaron Seltzer il 2008 è un anno particolarmente fortunato. Oltre a Disaster Movie, infatti, un altro piccolo cult del genere li fa conoscere al piccolo e grande pubblico. Meet the Spartans è uno dei film parodia più famosi di sempre, che prende naturalmente spunto dalla pellicola 300 di Zach Snyder. L’intera trama viene tuttavia riscritta e trasformata, rendendola molto ironica e al limite dell’assurdo. Anche in questo caso non mancano citazioni e omaggi, in particolare quelli a Shrek, James Bond, Ugly Betty, Paris Hilton, Borat e il videogioco Grand Theft Auto: San Adreas.

Nel cast sono presenti alcuni attori cari al duo, come Sean Maguire, Carmen Electra, il caratterista Ken Davitian, Kevin Sorbo, il rapper Method Man e Robin Atkin Downes nel ruolo di voce narrante. Anche in questo caso il giudizio della critica è piuttosto severo, come dimostrano le cinque nomination ricevute ai Razzie Awards. Meet the Spartans è diventato tuttavia un piccolo cult del genere grazie alla sua vena satirica.

Film parodia: i migliori dei giorni nostri

Mordimi (2010)

film parodia

All’inizio del secondo decennio del Duemila, i soliti Jason Friedberg e Aaron Seltzer scrivono e dirigono un film parodia molto furbo e intelligente. Dopo l’incredibile successo della saga fantasy Twilight, creata dalla scrittrice statunitense Stephenie Meyer, i due registi e sceneggiatori prendono subito la palla al balzo. La trama vede infatti protagonista Becca Crane, una ragazza timida e maldestra che vive sotto le pressioni di un padre troppo geloso. Becca è inoltre divisa tra due spasimanti: Edward Sullen, naturalmente un vampiro e Jacob White, un lupo mannaro. Oltre ai palesi riferimenti alla saga, nella pellicola ci sono citazioni a Lady Gaga, Buffy L’Ammazzavampiro, Glee, ai Black Eyed Peas, all’azienda americana Mc Donald’s e a Facebook.

Nonostante le sue cinque nomination ai Razzie Awards, il film ha ricevuto degli incassi sorprendenti in tutto il mondo. Il cast comprende alcuni fedelissimi dei due registi, come Matt Lanter e Crista Flanagan, accompagnati da Jenn Proske, Chris Riggi, Charlie Weber, David DeLuise e Nick Eversman.

Angry Games – La ragazza con l’uccello di fuoco (2013)

film parodia

Dopo 3ciento, Mordimi e molti altri successi, la coppia formata da Jason Friedberg e Aaron Seltzer approfitta di un altro cult mondiale: la saga distopica Hunger Games, resa famosa dal trio vincente Jennifer Lawrence, Josh Hutcherson e Liam Hemsworth e ideata da Suzanne Collins. I cittadini del distretto 12 devono affrontarsi tra di loro in quelli che vengono chiamati Starving Games. Ventiquattro affamati ragazzi devono farsi fuori a vicenda, per lasciare solo un vincitore. Il finale, però, non è quello della saga originale, ma vede uno sviluppo molto interessante. Oltre alle ovvie citazioni alla saga della Collins, nella pellicola sono presi di mira anche Harry Potter, The Avengers, Avatar, il successo k-pop Gangnam Style e Taylor Swift.

Il cast si arricchisce di nuovi nomi, come quelli di Maiara Walsh, Brant Daugherty, Cody Christian e Dean J. West. Rinnova invece la sua collaborazione con il duo di registi Diedrich Bader. La particolarità di questo film è quella di inserire anche la parodia di diversi attori molto importanti e conosciuti, come Arnold Schwarzenegger, Sylvester Stallone, Bruce Willis e Chuck Norris.

Ghost Movie (2013)

film parodia

Michael Tiddes dirige un film parodia tratto da una sceneggiatura di Marlon Wayans e Rick Alvarez, incentrata principalmente sulle pellicole che trattano il tema del paranormale. All’interno sono presenti parecchie citazioni, più che veri e propri omaggi, soprattutto di Paranormal Activity, L’Esorcista, It, Pulp Fiction, Die Hard, Scary Movie, Rec e molti altri. La trama racconta di Malcolm, uno sfortunato ragazzo costretto a subire parecchie stranezze nella sua casa, compresi alcuni rapporti sessuali non consenzienti con dei fantasmi invisibili. Come lui, anche la sua ragazza Kisha vive parecchie esperienze decisamente bizzarre.

Il film analizza ironicamente il filone del paranormale, dimostrando anche quanto sia facile scherzare su un fenomeno che in realtà terrorizza migliaia di persone in tutto il mondo. Insieme al già citato Marlon Wayans, il cast è composto da Essence Atkins, Nick Swardson, David Koechner, Andrew Daly e Dave Sheridan. È presente anche un sequel, dell’anno successivo, dal titolo Ghost Movie 2 – Questa volta è guerra.

Cinquanta sbavature di nero (2016)

film parodia

Era impossibile farsi scappare l’occasione di realizzare un film parodia su uno dei più grandi successi commerciali degli ultimi decenni: Cinquanta sfumature di grigio. Ancora una volta, Michael Tiddes fiuta la possibilità e non la spreca, realizzando un film comico degno del suo nome. Il sempre presente Marlon Wayans interpreta Christian Black, un attraente ragazzo di colore che attira la timida e pudica studentessa Hannah Steel nel mondo del romanticismo e del sesso. Al contrario dell’originale, però, Black risulta essere maldestro e inadeguato, producendo diverse gag piuttosto esilaranti.

Insieme a Wayans sono presenti nel cast Kali Hawk, Jane Seymour, Fred Willard, Florence Henderson, Mike Epps e Dave Sheridan. Girato interamente a Los Angeles, il film non ha ricevuto il successo sperato, incassando “solo” venti milioni di dollari. Rimane però un esempio piuttosto esplicito e azzeccato di un film parodia. Anche in questo caso la sceneggiatura è di Marlon Wayans, in collaborazione con Rick Alvarez.

Fausto & Furio (2017)

film parodia

Chiudiamo la top con un’altra produzione italiana. Come suggerisce il titolo, si tratta di un film parodia che prende di mira principalmente la serie Fast and Furious, con protagonisti Vin Diesel, Paul Walker, Michelle Rodriguez, The Rock e Jason Statham. I protagonisti sono, appunto, Fausto e Furio, due nullafacenti romani che ereditano dai loro padri un’officina, non riuscendo però a portarla avanti. Essi devono inoltre fare i conti con la mafia, a cui sono debitori per oltre duecentomila euro, e cercano di conquistare la ragazza di cui entrambi sono innamorati.

La pellicola ha come protagonista la coppia formata da Enzo Salvi e Maurizio Battista, che si ricompone dopo sette anni. Sono inoltre presenti Stefano Ambrogi, Maria Del Monte, Maurizio Mattioli e Salvatore Misticone. Nel 2015 è uscita un’altra parodia di Fast & Furious, chiamata Superfast & Superfurious, sceneggiata e diretta dai soliti Jason Friedberg e Aaron Seltzer, la cui trama è però completamente diversa rispetto alla versione italiana.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close